Facebook icona
g+ icona
Numero Verde: 800 914848 - info@confesercenti.siena.it

E-SCONTRINO Fissati gli esoneri permanenti e temporanei

Pubblicato il 20 maggio 2019

Le attività marginali non rientrano nell’invio corrispettivi

esoneri-corrispettivi

 Il Ministero dell’Economia ha pubblicato il Decreto Ministeriale che fissa gli esonerati dall’emissione dello scontrino elettronico a partire dal 1 luglio 2019.  Non saranno tenuti all’emissione i tabaccai, giornalai, venditori di prodotti agricoli, chi presta servizi di telecomunicazione  radiodiffusione e di trasporto pubblico di persone e veicoli.


GLI ESONERI TEMPORANEI. Inoltre il Decreto ha fissato l’esonero fino al 31 12 2019 per i soggetti che effettuano attività marginali, ovvero i cui ricavi o compensi siano non superiori all’1% del volume d’affari complessivo del 2018. Tra questi rientrano anche gli esercenti impianti di distribuzione di carburante per le voci di ricavo diverse dalla cessione di carburanti, ovvero i prodotti “non oil”. Questo tipo di operazioni potranno essere certificate fino a fine anno con lo scontrino cartaceo o con ricevuta. Salvo novità, dal 2020 si dovrà invece passare al nuovo obbligo telematico anche in questi casi. Restano invece invariate le disposizioni relative alle cessioni di carburante e alle cessioni di beni e servizi tramite distributori automatici (distributori altamente automatizzati e le vending machine), che già sono sottoposti all’invio telematico dei corrispettivi.

In sintesi, gli esercenti impianti di distribuzione di carburante possono trovarsi in una di queste 3 situazioni:

  1. Se il gestore per la parte “non oil” produce un livello di ricavi inferiore a 400.000 l’obbligo di emissione dello scontrino elettronico scatta il 1° gennaio 2020;
  2. • Se il gestore per la parte “non oil” produce un livello di ricavi superiore a 400.000, valore inferiore all’1% del volume complessivo generato dall’attività, l’obbligo scatta il 1° gennaio 2020;
  3. • Se il gestore per la parte “non oil” produce un livello di ricavi superiore a 400.000, valore superiore all’1% del volume complessivo generato dall’attività l’obbligo scatta il 1° luglio 2019.

 

Approfondimenti tramite il servizio Contabilità nelle sedi Confesercenti Siena 

seguici su Facebook
Sito conforme agli standard W3C
(World Wide Web Consortium)

Valid XHTML 1.0 Transitional

Confesercenti Siena - CF 80006140521 - politica cookie - POLICY PRIVACY