Facebook icona
g+ icona
Numero Verde: 800 914848 - info@confesercenti.siena.it

HOTEL Più facile l'accoglienza con '3 stelle 3 lingue'

Pubblicato il 27 ottobre 2008

Se un turista inglese chiede una “double room” intende una camera matrimoniale; ma se invece chiede un “doble”, con chiaro accento spagnolo, è bene sapere che in realtà sta pensando a due letti distinti. Conoscere questa, come altre semplici ma preziose avvertenze, può fare la differenza nell’accogliere il visitatore straniero. E’ quello che pensano Confesercenti, Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucis-Uil, promotori a Siena di una inedita iniziativa di alfabetizzazione multilinguistica per operatori di alberghi, affittacamere o bed and breakfast. Si tratta di “Tre stelle Tre lingue”, un progetto che prevede la realizzazione di tre distinti manuali rapidi per l’accoglienza degli stranieri, diffusi nelle prossime settimane alle strutture ricettive della provincia iscritte all’Ente Bilaterale. La diffusione avverrà in concomitanza con un ciclo di letture illustrative in programma a Siena, Poggibonsi, Abbadia San Salvatore, Sinalunga e Chianciano Terme.

Tre Stelle, tre lingue: perché. Negli intenti di EBCT, l’Ente Bilaterale Commercio e Turismo della Toscana che riunisce le quattro sigle promotrici, l’iniziativa rappresenta un passo concreto in merito a due distinti e precisi impegni. Il primo fa riferimento al Regolamento sul Turismo adottato dalla Regione Toscana nell’agosto dello scorso anno che, dal giugno 2008 impone nuovi e più stringenti criteri per la classificazione delle strutture ricettive. Tra questi c’è la necessità che il personale di ricevimento degli hotel sia in grado di accogliere gli ospiti utilizzando un numero di lingue straniere pari alle stelle con cui l’albergo è classificato: una lingua per gli hotel ad una stella, due per quelli a due stelle, tre per quelli con tre stelle e così via. è in sostegno di queste strutture, in prima battuta, che è stato così pensato e realizzato il progetto, denominato parafrasando l’adempimento richiesto.

Le parole base, dall’arrivo alla partenza. Elaborati coinvolgendo personale madrelingua, sono così nati tre vademecum redatti in altrettante lingue straniere: inglese, francese, spagnolo. In esse sono riportate frasi utilizzabili nelle diverse fasi dell’accoglienza turistica: dall’arrivo alla consegna dei documenti, dalla colazione alla riconsegna delle chiavi, fino ai saluti. Particolarità della stesura è data dal fatto che ogni frase è accompagnata da uno spelling semplificato, per abbreviare l’acquisizione della pronuncia da parte del personale alberghiero che non conosca i fondamentali della lingua. Una sorta di “pronto soccorso linguistico” a portata di reception: è questo insomma lo spirito di “Tre stelle tre lingue”.

Una tappa verso l’aggiornamento continuo. L’iniziativa illustrata oggi rappresenta un fatto concreto anche per un più ampio percorso di aggiornamento continuo dei lavoratori del Terziario senese, che i membri di EBCT ritengono sempre più strategico e che nei prossimi mesi conoscerà altre importanti realizzazioni.Tra queste, un corso per l’adozione di nozioni necessarie per l’accesso al Credito in funzione di Basilea 2; la qualificazione manageriale di gestori di pubblici esercizi in luoghi ad alta densità turistica; la valorizzazione delle esperienze di animazione dei centri commerciali naturali. A simboleggiare questo impegno partirà nei prossimi giorni una apposita campagna di comunicazione, firmata da EBCT e dall’agenzia formativa Cescot, e realizzata da tre agenzie senesi di comunicazione (Adm Italia, Extempora ed Headbox).

Alla presentazione di oggi sono intervenuti Roberto Maestrini (Responsabile dell’Area Politiche del Lavoro di Confesercenti Siena), Sonia Pallai (Responsabile Turismo Confesercenti Provinciale Siena), Gianfranco Mazza e Marco Brogi (FISASCAT CISL).

seguici su Facebook
Sito conforme agli standard W3C
(World Wide Web Consortium)

Valid XHTML 1.0 Transitional

Confesercenti Siena - CF 80006140521 - politica cookie - POLICY PRIVACY