Facebook icona
g+ icona
Numero Verde: 800 914848 - info@confesercenti.siena.it

MERCATO DI SIENA I risultati dell'indagine Anva

Pubblicato il 10 dicembre 2004
Il 63 per cento degli operatori del mercato di Siena si dichiara disponibile a prolungare una volta al mese l'orario di vendita al pubblico, e l'ottantacinque per cento si dice d'accordo con l'effettuazione dei mercati straordinari in occasione di festività importanti. Sono questi alcuni dei risultati dell'indagine tra i 280 banchi del mercato senese, condotta dal sindacato di categoria Anva Confesercenti tra l'ultima settimana di ottobre e la prima di novembre.

Una campagna d'ascolto capillare, più simile ad un referendum che ad un sondaggio in virtù dell'alta percentuale di risposte (si è espresso il 59 per cento degli operatori). E i risultati, oggi noti, alternano elementi di sorpresa a conferme per sensazioni già note. Tra queste, il recente ridimensionamento del volume di affari: otto operatori su dieci affermano di aver accusato negli ultimi due anni un calo di vendite medio di oltre il 20 per cento, una quota che stando al 62 per cento delle risposte è uguale se non maggiore a quella notata in altri mercati settimanali. Ciononostante, il mercato di Siena non perde il suo prestigio tra gli ambulanti, che nel 67 per cento dei casi ne danno un giudizio compreso tra ¿buono" ed ¿ottimo". La quasi totalità di loro ritiene idonea l'attuale ubicazione, anche se il 27 per cento segnala la necessità di uno spazio maggiore tra i banchi di vendita. Tra le disparate risposte date al quesito sul ¿problema più urgente", emerge anche un 18 per cento di operatori che segnalano la necessità di servizi igienici.

"Quello espresso dagli ambulanti è un segnale da non sottovalutare. Il mercato settimanale di Siena mantiene un'alta considerazione, che potrebbe però rapidamente diminuire in mancanza di alcuni adeguamenti ai tempi, in qualche caso già irrinviabili come quelli relativi ai servizi pubblici". Graziano Becchetti, presidente provinciale dell'Anva Confesercenti, commenta così i risultati dell'indagine condotta dal sindacato degli ambulanti tra gli operatori del mercoledì. "Il mercato di Siena non può più rinunciare ad andare incontro ad una fetta più ampia di pubblico ¿ afferma Becchetti - che peraltro lo richiede. Significativa in questo senso è anche l'esperienza di mercoledì scorso, con un'edizione affollatissima, grazie al tanto pubblico che ha beneficiato della giornata festiva, e che in diversi casi è rimasto pure disorientato perché convinto che i banchi vendita sarebbero rimaste aperti ben oltre il consueto orario delle 14".

Secondo l'Anva insomma un mercato più `adulto' è maturo: "tantopiù ¿ aggiunge Becchetti ¿ che il parcheggio del Pallone è rimasto comunque inutilizzato fino alla mattina seguente. Stando all'indagine, gli operatori sono pronti sia ad adottare con regolarità orari più lunghi, sia a lavorare periodicamente nei giorni festivi. Ci sono le condizioni perché Siena possa fruire di almeno due o tre mercati straordinari all'anno, uno dei quali magari per il Santo patrono. Le istituzioni non possono non tenerne conto; e del resto, visti i buoni rapporti esistenti, abbiamo fiducia che nel 2005 possano farlo".


In allegato, i dettagli dell'indagine.




 

Scarica il file allegato: INDAGINE ANVA CONFESERCENTI MERCATO DI SIENA.doc
seguici su Facebook
Sito conforme agli standard W3C
(World Wide Web Consortium)

Valid XHTML 1.0 Transitional

Confesercenti Siena - CF 80006140521 - politica cookie - POLICY PRIVACY