Facebook icona
g+ icona
Numero Verde: 800 914848 - info@confesercenti.siena.it

RIPARTENZA IN VETRINA Come farla più “leggera”

Pubblicato il 21 maggio 2020

Consigli in circolo per i punti vendita fisici

consigli-ripartenza

La FASE2 porta con sé la parola “ripartenza”. Ma ricominciare non è facile per nessuno: siamo davanti ad un dedalo di norme, adempimenti, limitazioni che rendono senza dubbio complicato il ritorno alla normalità. Per ripartire e dare nuovamente vita all'attività, occorre adattarsi ad un nuovo scenario che impone modifiche nei comportamenti d’acquisto sia per gli imprenditori che per la clientela.ù

Come fare per trasformare gli ostacoli in opportunità? Non è per niente facile, anzi spesso è impossibile, A volte invece ci si può provare.

In questi giorni stanno rimbalzando vari consigli destinati alle attività commerciali, per affrontare al meglio questo limbo in cui ci troviamo attualmente. E' successo ad esempio proprio lunedì 18 maggio, durante il webinar “ Reagire e ripartire - le sfide del retail fisico” di Rinascita Digitale.

 

Riportiamo gradualmente ed in sicurezza il cliente nel nostro negozio

Nei giorni del distanziamento, per chi ha la possibilità, può essere utile incentivare ordini online (per limitare la permanenza del cliente in negozio) da ritirare poi in store. La merce richiesta sarà pronto al momento desiderato, nessuna attesa, contatti al minimo ma “socialità” lentamente ripristinata… fosse anche solo per un “buongiorno” vero e reale anche se pronunciato dietro alle mascherine.

In alternativa, per evitare attese, il cliente può recarsi in negozio su appuntamento. Giorno e ora stabiliti consentiranno di seguire ed esaudire le richieste dell’utenza garantendo gli acquisti in sicurezza. Diminuirà inoltre la coda fuori dal punto vendita.

 

Fila all’esterno? Utilizziamo i tempi di attesa per dare informazioni

E’ possibile, soprattutto in questa fase, che si vengano a creare code di clienti in attesa fuori dal punto vendita. Anche se le persone sono ad oggi predisposte e pronte a questa possibilità, è possibile “utilizzare” il periodo di attesa dei clienti dando loro (anche tramite apposita cartellonistica) alcune informazioni necessarie, come ad esempio: comunicazioni sui tempi di entrata, dettagli sulle modalità di sanificazione del punto vendita, regole e norme per l’accesso e la visita in sicurezza del negozio. In questo modo ogni cliente sarà informato, al momento di entrare, su alcuni aspetti importanti relativi alla sicurezza.

 

L’aiuto può arrivare dal digitale. Dalle campagne mail all’assistente online

Proviamo ad organizzare delle campagne mail (informative o promozionali) mirate, in base agli interessi, alla frequenza e alle modalità di acquisto dei nostri clienti.

Infine, laddove non è possibile seguire il cliente “dal vivo”, possiamo fare in modo che ad ascoltare e supportare negli acquisti online ci sia comunque un assistente digitale, qualcuno che, dall’altra parte dello smartphone o del pc, riesca a seguire e consigliare al meglio il cliente negli acquisti.

 

Facile? Difficile? Fateci sapere la vostra esperienza. Scriveteci.

 

seguici su Facebook
Sito conforme agli standard W3C
(World Wide Web Consortium)

Valid XHTML 1.0 Transitional

Confesercenti Siena - CF 80006140521 - politica cookie - POLICY PRIVACY