Numero Verde: 800 914848 - info@confesercenti.siena.it

CODICE TURISMO Nuove norme anche per la multiproprietà

11 maggio 2011

 

Il Consiglio dei Ministri del 5 maggio 2011 ha approvato in via definitiva il Codice del Turismo. Di seguito alcuni dei punti fondamentali: equiparazione tra agenzie di viaggio tradizionali e online; agevolazioni e incentivi anche alle imprese turistiche; maggiori tutele per le persone disabili; standard minimi nazionali dei servizi stabiliti anche per bed and breakfast, villaggi turistici e altre strutture. Per quanto riguarda la multiproprietà è stata data attuazione alla disciplina europea per una maggiore trasparenza nei contratti ed un’accresciuta tutela dell’acquirente, estendendo la multiproprietà a beni diversi dagli immobili, come chiatte, roulotte o navi da crociera.

Il Codice del Turismo mira a tutelare il turista come un consumatore non attrezzato a risolvere i problemi che si pongono durante la vacanza, e proprio per assolvere a tali problemi è stato attivato il servizio telefonico multilingue Easy Italia, che assiste il turista per ogni evenienza. Sempre in questa prospettiva, il Codice prevede il risarcimento per danno morale, da vacanza rovinata, e valorizza il cosiddetto “turismo per motivazione”: nella valutazione del danno verrà tenuto conto delle specifiche esigenze ricreative che il viaggio mira a soddisfare, nonché le relative conseguenze di un eventuale inadempimento.