Numero Verde: 800 914848 - info@confesercenti.siena.it

Dal 7 giugno nuove sanzioni su tracciabilità alimenti

30 maggio 2006

 

Nella Gazzetta Ufficiale n. 118 del 23 maggio 2006 è stato pubblicato il decreto n. 190/2006 concernente la disciplina sanzionatoria per la violazione agli articoli 18, 19 e 20 del Regolamento comunitario sulla rintracciabilità e la sicurezza dei prodotti alimentari e dei mangimi n. 178/2002 che, in vigore dal gennaio 2005, obbliga ogni operatore alimentare a sapere da chi ha ricevuto e a chi ha consegnato un alimento od un mangime e, se lo ritiene insicuro, a ritirare il prodotto dal mercato e ad avvertire le autorità sanitarie, i fornitori, i clienti ed i consumatori. Le sanzioni saranno applicabili dal prossimo 7 giugno e, salvo che il fatto non costituisca reato, andranno da un minimo di 750 ad un massimo di 18.000 Euro. La competenza ad accertare la violazione e ad irrogare le sanzioni spetterà alle Regioni e alle province autonome.

Per ulteriori informazioni, contattare l'Ufficio Ambiente &Sicurezza di Confesercenti Siena.