Numero Verde: 800 914848 - info@confesercenti.siena.it

VOUCHER DIGITALI i4.0 In arrivo per le imprese di Siena e provincia

Attesa a giorni la pubblicazione del bando

06 maggio 2024

 

voucher-digitali-4.0-siena

E’ stato pubblicato il BANDO PID 2024, con cui la Camera commercio Arezzo Siena mette a disposizione fondi per promuovere la diffusione della cultura e della pratica digitale nelle MPMI di tutti i settori economici.

 

Possono partecipare imprese di tutti i settori, con sede legale nelle province di Arezzo e di Siena,  regolarmente iscritte al Registro Imprese.

 

 

REQUISITO DI INVESTIMENTO MINIMO

Possono essere presentati progetti con un investimento minimo di almeno 2.000,00 € al netto dell’IVA

 

CONTRIBUTO RICHEDIBILE

Il contributo concesso coprirà fino al 50% dell'importo complessivo delle spese ritenute ammissibili, con un massimale di 3.500 €. 

 

 

SPESE AMMISSIBILI

E’ possibile richiedere il contributo su

  • SERVIZI DI CONSULENZA E/O FORMAZIONE relativi ad una o più tecnologie Industria 4.0 previste dal Bando.
  • ACQUISTO DI BENI E SERVIZI STRUMENTALI inclusi dispositivi funzionali all’acquisizione delle tecnologie abilitanti.

Tutte le spese imputabili possono essere sostenute a partire dal 1 Gennaio 2024 fino al 120° giorno successivo alla data della comunicazione della concessione del contributo. Eventuali preventivi non possono essere antecedenti al 01/09/2023.

 

 

AMBITI TECNOLOGICI

 

A) SERVIZI DI CONSULENZA E/O FORMAZIONE:

Gli ambiti tecnologici di innovazione digitale dovranno riguardare almeno una tecnologia dell’Elenco 1 (inclusa la pianificazione o progettazione dei relativi interventi) ed eventualmente una o più tecnologie dell’Elenco 2, purché propedeutiche o complementari a quelle previste all'Elenco 1.

 

ELENCO 1

  • robotica avanzata e collaborativa;
  • interfaccia uomo-macchina;
  • manifattura additiva e stampa 3D;
  • prototipazione rapida;
  • internet delle cose e delle macchine;
  • cloud, High Performance Computing – HPC, fog e quantum computing;
  • soluzioni di cyber security e business continuity (es. CEI – cyber exposure index, vulnerability assessment, penetration testing etc.);
  • big data e analytics;
  • intelligenza artificiale;
  • blockchain;
  • soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa (realtà aumentata, realtà virtuale e ricostruzioni 3D);
  • simulazione e sistemi cyberfisici;
  • integrazione verticale e orizzontale;
  • soluzioni tecnologiche digitali di filiera per l’ottimizzazione della supply chain;
  • soluzioni tecnologiche per la gestione e il coordinamento dei processi aziendali con elevate caratteristiche di integrazione delle attività (ad es. ERP, MES, PLM, SCM, CRM, incluse le tecnologie di tracciamento, ad es. RFID, barcode, etc.).

 

ELENCO 2

  • sistemi di pagamento mobile e/o via Internet;
  • sistemi fintech;
  • sistemi EDI, electronic data interchange;
  • geolocalizzazione;
  • tecnologie per l’in-store customer experience;
  • system integration applicata all’automazione dei processi;
  • tecnologie della Next Production Revolution (NPR);
  • programmi di digital marketing;
  • analisi LCA (Life Cycle Assessment);
  • connettività a Banda Ultralarga
  • sistemi di e-commerce;
  • soluzioni tecnologiche digitali per l’automazione del sistema produttivo e di vendita.

 

 

B) ACQUISTO DI BENI E SERVIZI STRUMENTALI

inclusi dispositivi e spese di connessione funzionali all’introduzione delle tecnologie abilitanti.

 

A titolo esemplificativo:

- Connettività dedicata

- Licenze software

- Servizi erogati in modalità cloud computing e SaaS, comprese le spese di canone per massimo

un’annualità e per gestione business in cloud in modalità software as a service ( solo a titolo di

esempio: servizi pacchetto Office 365, suite servizi Google Business, Autocad, Prezi o prodotti

analoghi)

- Servizi di system integration applicativa

- Servizi per lo sviluppo di software e applicazioni digitali

- Dispositivi e servizi per la creazione e l’uso di ambienti tridimensionali

- Tecnologie e soluzioni digitali (macchinari 3d)

- Sistemi e tecnologie per la produzione e la prototipazione in ambito industriale

- Acquisto ed installazione VPN, VoiP, sistemi di Backup/ripristino dei dati, sicurezza di rete.

 

Sono in ogni caso escluse dalle spese ammissibili quelle per:

  • trasporto, vitto e alloggio;
  • sistemi per lo smartworking e il telelavoro;
  • spese per l’acquisto di dispositivi hardware (es: smartphone, tablet, schermi, computer fissi e portatili, monitor, tastiere, mouse, stampanti 2D, webcam, cavi, adattatori et similia);
  • servizi di consulenza specialistica e servizi per adeguamenti a norma di legge relativi alle ordinarie attività amministrative aziendali o commerciali quali, a titolo esemplificativo, i servizi di consulenza in materia fiscale, contabile, legale (es. fatturazione elettronica, GDPR, ecc.);
  • servizi per l’acquisizione di certificazioni (es. ISO, EMAS, ecc.).

 

 

VOUCHER DIGITALI 4.0 2024: QUANDO RICHIEDERLI?

  • Dal 6 maggio, data di pubblicazione nel bando, è possibile consultare il bando ed effettuare il  precaricamento  delle richieste attraverso lo sportello telematico (piattaforma Telemaco)
  • Dal 20 maggio al 15 dicembre 2024 sarà possibile inviare materialmente la richiesta tramite lo sportello telematico (piattaforma Telemaco)

 

VOUCHER DIGITALI 4.0 2024: COME SAPERNE DI PIU’?

CLICCARE QUI per consultare il bando

Approfondimenti possibili tramite il servizio Credito nelle sedi Confesercenti Siena

Ti potrebbero interessare anche:

BONUS SCUOLA BAMBINI E SALUTE Dal 3 giugno con Ebct

Per i lavoratori delle imprese scritte ad EBCT possibile richiedere contributi su libri, asili e scuole, nascite e adozioni, spese sanitarie, grazie all’accordo sindacale siglato da Confesercenti, Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs della Toscana

03 giugno 2024

TURISMO Fondo rotativo: possibili incentivi a luglio

Nuova finestra per la presentazione delle domande di contributo sul Bando FRI-TUR, per a migliorare i servizi di ospitalità e a potenziare le strutture ricettive, in un’ottica di digitalizzazione e sostenibilità ambientale.

20 maggio 2024