Numero Verde: 800 914848 - info@confesercenti.siena.it

Frodi informatiche e pagamenti cashless: Siena al top

Il dato spicca da due recenti classifiche

22 ottobre 2022

 

cashless

 

Indice della criminalità 2022, stilato dal Sole 24 ore, su dati del Dipartimento di sicurezza del Ministero dell’Interno: la provincia di Siena risulta tra le meno colpite dal crimine (86esima su 106), ma tra gli indicatori parziali utilizzati per compilare la graduatoria finale ce n'è uno in vistosa controtendenza. E' quello relativo alle frodi informatiche: siamo “appena” quinti con 717 denunce ogni 100mila abitanti: peggio di così fanno solo Gorizia, Torino, Verbano-cusano-ossola e Belluno.

 

Perchè? I fattori sono probabilmente molteplici, e non semplici da elencare. Ce n'è uno in particolare che sembra difficilmente contestabile, anche grazie ad un semplice calcolo matematico.

Poche settimane dopo la pubblicazione di questo indicatore è uscita un'altra graduatoria che ha a che fare con il digitale: è quella con cui SumUp ha messo in fila i diversi territori per frequenza di pagamenti con moneta elettronica. Ebbene Siena risulta 14esima per ricorso al cashless, e quindi a carta di credito, prepagate, o pagamenti tramite smartphone: una predisposizione all'utilizzo della moneta virtuale che verosimilmente deriva anche da a quella a fare acquisti on line. E se aumentano le occasioni per fare transazioni in rete, per un mero calcolo statistico probabilmente aumentano anche quelle in cui si rimane “fregati”.

 

La frode informatica è l'altra faccia della cybersecurity, ovvero di quelle attività che dovrebbero metterci al riparo da cattive sorprese. Un tema forzatamente sempre più popolare, e che fa il paio con la crescita di interesse attorno ad applicazioni nuove della tecnologia come il blockchain e le criptovalute. A questi temi, Giovedi 27 ottobre Confesercenti dedicherà il terzo appuntamento di APERIDEE, la serie di incontri-stimolo rivolti ad esercenti, consumatori e istituzioni in corso da alcuni mesi in provincia di Siena. Allo scambio di esperienze e punti di vista vengono affiancate occasioni di assaggio delle eccellenze agroalimentari a cura di pubblici esercizi aderenti a Vetrina Toscana, il progetto di Regione Toscana e Unioncamere Toscana per valorizzare l’identità delle destinazioni turistiche e delle tradizioni culturali ed enogastronomiche toscane.

 

Il terzo degli “assaggi di futuro” sarà allestito al Bianco Rosso e bollicine Enoteca e cucina di Sinalunga, dalle ore 18 di giovedì 27 ottobre. “Tesori e ladri in rete” è il tema che verrà sottoposto a portatori di esperienze diversificate in tema: Cristiano Nervegna, Direttore generale Deeplab; Massimiliano Ugolini, Responsabile Process innovation Banca MPS; Michele Pinassi, blogger (Zerozone.it) e addetto Ufficio tecnologie Università di Siena. In parallelo, l'Enoteca e cucina preparerà assaggi della propria offerta enogastronomica. Ingresso libero dalle ore 18.

 

 

Immagine tratta da  SumUp 

Ti potrebbero interessare anche:

APERIDEE Assaggi di futuro prima di cena

Scambio di esperienze e occasioni di assaggio: ecco Aperidee, dal 15 giugno nei pubblici esercizi aderenti a Vetrina Toscana

28 ottobre 2022

APERIDEE Assaggi di futuro a Sinalunga

Al Bianco rosso e bollicine il terzo appuntamento con gli aperitivi di approfondimento e gli assaggi Vetrina Toscana

28 ottobre 2022

MONETA ELETTRONICA Commissioni onerose, principio da estendere

Nannizzi: “Il provvedimento adottato dall’Agenzia Monopoli è finalmente un segnale di attenzione"

26 ottobre 2022