Numero Verde: 800 914848 - info@confesercenti.siena.it

PENSIONI Gli assegni errati d’inizio 2020

Sorpresa amara per molti pensionati. L’Inps promette correttivo a Febbraio

14 gennaio 2020

 

assegni.inps.2020

I conti non tornano nell’assegno Inps d’inizio 2020 per molti pensionati. Come segnalato anche dall dalla Fipac di Siena, e confermato dalla stampa e dalle denunce di altri sindacati, sono molti i percettori dell’assegno previdenziale ad avere ricevuto un importo più basso del previsto per un errore dell’Inps.

 

Un errore dovuto all’errato calcolo del Bonus Poletti, un aumento varato durante il governo Renzi: i suoi beneficiari, infatti, si sono visti annullare per sbaglio l’erogazione, che non è stato applicato sul conguaglio del 2020 con conseguente diminuzione dell’assegno.

 

L’Inps ha assicurato che l’errore verrà sistemato a breve, probabilmente già con l’assegno di febbraio. Dall’Istituto di previdenza garantiscono che non sarà necessario chiedere il rimborso, perché le cifre spettanti verranno accreditate automaticamente.

Ti potrebbero interessare anche:

Appello Fipac: vaccinate i più fragili

Per Fosco Tornani  "non è più rinviabile un recupero di questa disparità"

FIPAC Tutelare la salute degli anziani

L'appello al Ministro della Salute Tornani

30 ottobre 2020

TERZA ETA' Inps recepisca sentenza consulta

La Fipac: "assegno invalidi civili non sufficiente per bisogni primari"

16 luglio 2020