Numero Verde: 800 914848 - info@confesercenti.siena.it

TURISMO "Muoviamo verso l'Apt unica"

06 ottobre 2005

 

Quindici interventi nell'arco di oltre quattro ore, davanti ad una sala gremita da operatori ed istituzioni. "Turismo: nuovi traguardi nelle terre di Siena", il convegno tenuto ieri a Siena per iniziativa di Assoturismo, si ì rivelato lo spazio ideale per rilanciare messaggi importanti per tutto il settore. Su tutti, la richiesta di una guida unitaria per le strategie di promozione del territorio, espressa da Assoturismo e subito appoggiata da altre voci, come quella della Camera di Commercio. "Il `regista unico' non può più attendere, è il momento di passare ai fatti - ha detto il Presidente provinciale del sindacato di categoria, Maurizio Banchetti - oltre a creare una Apt unica per la provincia di Siena. Un organismo che sia più snello, operativo ed efficace per valorizzare meglio le diverse peculiarità del nostro territorio, dal Chianti al termalismo di Chianciano".

Una evoluzione che emerga di pari passo con lo sviluppo del modello senese di commercializzazione delle proposte turistiche, già sperimentato con buoni riscontri a cominciare dallo sportello informativo di piazza del Campo: ¿La promo-commercializzazione è un pedale su cui spingere, assieme alla formazione ed all'adeguamento del rapporto qualità-prezzo - ha detto il Segretario di Confesercenti Siena, Valter Fucecchi - che significa mettere in condizioni le nostre strutture di valorizzare le proprie capacità di accogliere in modo 'autentico' il visitatore: da una parte superando le attuali difficoltà nel reperire personale, cui spesso vanno incontro ristoranti e alberghi; dall'altra, alleggerendo la zavorra dei costi di sistema cui devono far fronte, dall'affitto dei fondi alle tariffe, alle carenze infrastruttrurali".

Gli elementi di previsione sul futuro, del resto, sono quantomeno variegati: su scala nazionale "veniamo da anni di assoluta mancanza di investimenti mirati al settore turistico, e la nuova Finanziaria non annuncia nulla di nuovo in questo senso" ha rimarcato il Presidente regionale di Confesercenti, Massimo Vivoli. Su scala locale, non si arresta la crescita di posti letto: + 5.79 per cento nel luglio 2004-05, secondo quanto riportato dall'Assessore provinciale al Turismo, Silvana Biasutti, che ha ribadito la percezione di ripresa già espressa dalla Provincia qualche settimana fa ("i primi numeri di luglio e agosto ci indicano una lieve crescita degli arrivi, ed un netto aumento nelle presenze") pur precisando che i dati del 2004, rispetto a quelli di quest'anno, scontavano un 3 per cento in più di mancate rilevazioni. Interpellando un campione di 124 operatori a fine settembre, il Centro Studi Turistici di Firenze ha riscontrato "una diminuzione della permanenza media dei turisti, nei mesi estivi, e fatturati stabili o addirittura in calo, a causa in primo luogo della ridotta capacità di spesa del turista" secondo il report esposto dal Direttore, Alessandro Tortelli.

Commentando i dati, il Presidente della Camera di Commercio Vittorio Galgani ha sottolineato come "si presta attenzione alle imprese che nascono, ma va tenuto conto anche delle tante che muoiono. Ricordiamoci che cento imprese individuali che scompaiono fanno male al pari della perdita di una sola impresa da 100 dipendenti, anche se danno meno nell'occhio". "Provocate" dal moderatore Carlo Cambi, le altre figure operative presenti al convegno hanno esposto le rispettive iniziative in atto: dall'Assessore al Turismo del Comune di Siena, Cinelli Colombini ("Dopo il Trekking urbano di domenica prossima, lavoreremo al Natale a Siena e ad una novità per Fontebranda") al Direttore di Apt Siena Guerranti ("il 25 ottobre lanceremo un'iniziativa per gli operatori basata su adesione volontaria, ma selettiva"), a quello di Apt Amiata, Niccolai. E dopo gli interventi del pubblico, il convegno si è chiuso con la netta sensazione di aver molto su cui riflettere, in vista del 2006.