Numero Verde: 800 914848 - info@confesercenti.siena.it

PIZZA NAPOLETANA D'ora in poi ”specialità tradizionale garantita”

Consentito usare la definizione solo rispettando precisi requisiti

02 dicembre 2022

 

pizza-napoletana-stg

Dal 18 dicembre diventa possibile utilizzare la denominazione di “Specialità tradizionale garantita” (STG) per la somministrazione della pizza napoletana. E’ l’effetto del Regolamento di esecuzione UE 2022-23  , pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale Europea il 28 novembre 2022.

 

Per poter fregiarsi della denominazione STG un prodotto alimentare o agricolo deve rispettare il disciplinare di produzione: nel caso della “Pizza Napoletana”, per poter utilizzare questa dicitura nelle confezioni o nei menù delle pizzerie si dovrà rispettare il disciplinare registrato nel 1984, che prevede fra le altre cose:

  • utilizzo di materie prime made in Italy
  • cottura esclusiva nel forno a legna a 485° C
  • altezza del cornicione di almeno 1-2 cm

il tutto sotto il controllo di un ente terzo di certificazione. In mancanza di questi requisiti la definizione di pizza napoletana non potrà essere esposta sulle confezioni o nei menù di ristoranti e pizzerie in Italia e nell'Unione Europea. 

 

Qui sotto in allegato il Disciplinare pizza napoletana.

 

Maggiori informazioni tramite il servizio Legislativo nelle sedi Confesercenti Siena

Ti potrebbero interessare anche:

APERIDEE Cambiomenu, ma come?

Il 10 luglio  alla Pasticceria Angeli e Diavoli di Sarteano gli assaggi di futuro per la somministrazione alimenti e bevande

11 luglio 2024

PALIO Le ordinanze per il commercio

Emesse le ordinanze su somministrazione bevande e indicazioni da seguire in piazza del Campo e dintorni durante prove e Palio di luglio. La sede provinciale di Confesercenti sarà chiusa martedì 2 luglio

12 giugno 2024

FARINE DA INSETTI E DERIVATI Cosa e come é possibile mettere in commercio in Italia

Da gennaio 2024 nuova era per il novel food: cosa dice la normativa su etichettatura ed esposizione dei prodotti

01 febbraio 2024