Numero Verde: 800 914848 - info@confesercenti.siena.it

SMARTWORKING La rivoluzione silenziosa da gestire

Rapporto Confesercenti: chi ne beneficia, chi ci perde e come aiutarlo

01 giugno 2022

 

dossier-smart-working

Quattro milioni e mezzo di persone in Italia lavorano attualmente da remoto, per tutto o parte del loro tempo, secondo le stime di un Dossier stilato da Confesercenti e SWG su  scala nazionale che conferma la percezione del mutamento in atto per i centri abitati, gli abitanti e le loro abitudini. Soprattutto i giovani (56,5 per cento dei millennials) sono i più attratti dallo smart working, assecondando un fenomeno che ha indotto conseguenze rilevanti nel periodo pandemico,  alcune delle quali probabilmente destinate a consolidarsi con effetti diversi per le varie realtà della provincia di Siena.

 

CENTRI ABITATI: CHI NE SOFFRE, CHI CI GUADAGNA

Lo smartworking tende a penalizzare i grandi centri storici ed a rilanciare il valore dell’abitare nei piccoli borghi: ha ridimensionato il ruolo della ristorazione per la clientela residenziale ed ha rilanciato quello dei negozi di vicinato, almeno in alcuni contesti. Per le imprese del terziario comporta ripensamenti organizzativi e potenziali economie sui consumi energetici e immobiliari. C’è chi perde, anche in misura pesante, e chi guadagnando potrebbe essere stimolato a reinvestire nella rigenerazione urbana. Di certo, il modo di lavorare e vivere sta cambiando, e non basta solo osservare i cambiamenti.

 

CAMBIAMENTI DA INTERPRETARE

Due le prime proposte operative esposte da Confesercenti su scala nazionale. In prima battuta,  predisporre strumenti per la riconversione delle imprese penalizzate da questo scenario, attraverso un apposito fondo rotativo e bandi locali per la rigenerazione imprenditoriale e urbana.  In prospettiva, la creazione di agenzie per l’impresa di vicinato, strumenti di aggiornamento che contrastino il drastico calo di nuove imprese registrato negli ultimi anni (75mila in meno in 18 mesI) e favorisca una nuova classe di piccola imprenditoria, integrata con il territorio, cosciente delle  nuove esigenze ambientali  e di comportamento dei residenti.

 

 

QUI la versione completa del Rapporto Confesercenti.

 

Ti potrebbero interessare anche:

ECONOMIA SENESE Dati in chiaroscuro

L’economia senese continua a presentare un quadro in chiaroscuro. Lo ha evidenziato la Giornata dell’Economia 2022

22 giugno 2022

ALIMENTARI Contratti di cessione e pratiche sleali: approfondimento

Dal 15 giugno 2022 ha effetto il D. Lgs. 8 novembre 2021 n. 198 sulle “pratiche commerciali sleali nei rapporti tra imprese nella filiera agricola e alimentare nonché in materia di commercializzazione dei prodotti agricoli e alimentari”.

13 giugno 2022

Stop a benzina e diesel. Come?

Gli obiettivi di transizione per la mobilità si scontrano con una congiuntura economica avversa. Per una categoria in declino si aprono nuovi scenari

10 giugno 2022