Facebook icona
g+ icona
Numero Verde: 800 914848 - info@confesercenti.siena.it

SOCIAL MEDIA Scegliere la piattaforma più adatta alla propria attività

Pubblicato il 23 settembre 2020

Guida minima per orientarsi

social_media_siena

Grazie alla connessione virtuale, l’unica cosa che separa un imprenditore dai propri clienti è uno schermo. Oggigiorno, i social media costituiscono uno tra i principali mezzi di comunicazione per raggiungere il pubblico desiderato, quindi bisogna scegliere quello che più si adegua al nostro tipo di attività.

 

Il primo passo per una buona scelta, è capire il valore dei “Dati demografici”, ovvero dati statistici che misurano il rendimento di un prodotto/servizio, in base a determinati attributi quali, ad esempio, età e sesso. Questi dati aiutano l’azienda a conoscere in modo più dettagliato il pubblico che si intende raggiungere, riuscendo a capire dove indirizzare i propri sforzi di marketing e comunicazione. 

 

 

 

Scelto il pubblico di riferimento, si cerca di capire quale piattaforma di social media risulta essere più appropriata al proprio marchio:

  • Facebook: si adatta a tutti i tipi di contenuto, è quindi una piattaforma molto flessibile. È utilizzato per interagire e comunicare con il proprio pubblico, condividendo i contenuti che più si desidera. È un’ottima piattaforma per pubblicare post dai testi brevi, con link esterni oppure immagini allegati. Offre inoltre la possibilità di creare un gruppo Facebook privato, istituendo così una linea di comunicazione diretta tra imprenditore e clienti.
  • Twitter: è utilizzato per condividere contenuti real-time e mirati, su notizie oppure aggiornamenti di settore. I “Tweet” consentono di condividere, oltre ai propri contenuti, i contenuti di altre pagine, promuovendoli; hanno una breve durata, e per essere condivisibili, è necessario che siano brevi e coincisi. Popolare è l’hashtag, che consente agli utenti si seguire un determinato argomento di interesse. A riguardo, è consigliato utilizzare l’hashtag del proprio marchio in modo da raggiungere un pubblico molto vasto.
  • LinkedIn: piattaforma professionale utilizzata principalmente per connettere gli utenti al mondo del lavoro. Da un lato, offre agli utenti la possibilità di trovare le offerte più pertinenti al proprio profilo, e dall’altro permette alle aziende e datori di lavoro, di pubblicizzare contenuti rivolti al professionista che lavora oppure a potenziali candidati pubblicando offerte di lavoro.
  • Instagram: è il migliore per la condivisione di contenuti visivi come immagini e video. Offre la possibilità, attraverso l’utilizzo di Instagram Stories, di interagire con i propri follower, in questo caso clienti, tramite domande e sondaggi. Inoltre, i messaggi in Direct, costituiscono una rapida modalità di comunicazione privata tra azienda e cliente. Anche qui, proprio come per Twitter, è vantaggioso utilizzare hashtag che rinviino alla propria attività per aumentare la presenza della marca nel pubblico e nel settore di riferimento.
  • YouTube: è utilizzato per pubblicare video educativi, circa ad esempio le istruzioni sull’uso di prodotti, oppure dimostrazioni pratiche. Può essere utilizzato anche per condividere brevi annunci pubblicitari, i quali vengono riprodotti all’utente prima di guardare un video selezionato.
  • Snapchat: è consigliato se il pubblico di riferimento è giovane. Data la durata dei contenuti condivisi (per 24 ore soltanto) è molto utile per la promozione di offerte e per la pubblicazione di tendenze. Inoltre, grazie alla presenza degli strumenti “geo-filtri” e “filtri customizzati”, permette la condivisione personalizzata dei contenuti in determinate aree geografiche. Quest’ultimo aspetto rende questa piattaforma molto utile per chi vuole investire in local business.
  • TikTok: si rivolge ad un pubblico molto giovane, “I millennials”.  Utilizza un modo completamente diverso di raggiungere il pubblico desiderato rispetto alle altre piattaforme social. Attraverso video di pochi secondi consente di sponsorizzare e comunicare il proprio marchio in modo creativo e divertente.

 

Inoltre, nella scelta del social media più adatto alla propria attività, bisogna tenere in considerazione:

  • La collocazione del nostro pubblico: se l’obiettivo è, ad esempio, raggiungere un pubblico compreso tra i 40 e i 50 anni, Snapchat o TikTok non sono consigliate;
  •  Le piattaforme social utilizzate dai nostri competitor diretti: capire come raggiungono il pubblico di riferimento e dove collocano i loro contenuti ci aiuta ad effettuare una scelta consapevole.

 

Scegliere la migliore piattaforma social da utilizzare è un passo molto importante, in quanto consentirà di raggiungere e comunicare con i propri clienti e stabilire una forte presenza online.

 

E tu? Quale social media utilizzi per la tua attività? raccontaci la tua esperienza.

 

(Foto di nominalize da Pixabay

seguici su Facebook
Sito conforme agli standard W3C
(World Wide Web Consortium)

Valid XHTML 1.0 Transitional

Confesercenti Siena - CF 80006140521 - politica cookie - POLICY PRIVACY