Facebook icona
g+ icona
Numero Verde: 800 914848 - info@confesercenti.siena.it

Fusioni tra Comuni: obiettivo di fondo, meno costi per le imprese

Pubblicato il 13 aprile 2016

Grande interesse per il convegno Rete Imprese Italia

fusioni-comuni-siena

 Dietro al tavolo il Presidente del Consiglio Regionale, un capogruppo, quattro Sindaci della provincia di Siena.  In platea altri tre consiglieri della Regione, altri primi cittadini senesi, istituzioni imprenditori. Intorno alla prospettiva della fusione tra comuni c’è forte interesse, e sicuramente lo ha comprovato il convegno organizzato ieri da Rete Imprese Italia a Siena.

Un evento partecipato, e non solo per curiosità geografico-amministrativa: alla razionalizzazione della spesa pubblica, al contenimento della pressione fiscale e ad un miglior rapporto costo-beneficio della Pubblica Amministrazione sono interessate fortemente migliaia di imprese, anche in terra di Siena. Lo ha ben evidenziato Carlo Conforti, Presidente di Confesercenti Siena e di turno per Rete Imprese nel territorio di competenza. “ La pressione fiscale che grava sulle imprese italiane è superiore a quella comunitaria, questo è certo. E se scendiamo a livello del nostro territorio il quadro sicuramente non migliora. Questo pesa sulla competitività e la sopravvivenza delle aziende e di chi vi lavora. A questo c’è urgenza di provvedere. La spesa pubblica procapite per abitante è nettamente più alta nei comuni fino a 499 abitanti  e in quelli fino a duemila E a quanto pare ciò deriva direttamente dai problemi di dimensionamento ottimale, evidenziando diseconomie di scala. La risoluzione regionale recentemente approvata può avviare un percorso virtuoso, per aumentare la qualità dei servizi e incrementare le ricadute positive sulle imprese. Il nostro ruolo non è quello di determinare il futuro della Pubblica amministrazione locale. Di certo in queste condizioni le imprese non possono andare avanti”.

 

A quello di Conforti hanno fatto seguito gli interventi di Sabrina Iommi, funzionario Irpet, e Leonardo Marras, capogruppo in Consiglio regionale, che ha illustrato i contenuti della Risoluzione approvata la scorsa settimana. A seguire, la tavola rotonda che ha alternato le opinioni anche molto eterogenee di Buno Valentini (Sindaco di Siena),  Andrea Rossi (Montepulciano), Piero Pii (Casole d’Elsa), David Bussagli (Poggibonsi); e poi quella di Eugenio giani  (Presidente del Consiglio regionale).  Presenti in sala anche i consiglieri regionali Scaramelli, Casucci e Bezzini, mentre il Presidente nazionale di Confesercenti Massimo Vivoli ha inviato un messaggio letto in apertura. Ora che è entrato nel vivo, è prevedibile che il dibattito si svilupperà a fondo. In attesa di fatti concreti attesi dalle imprese. 

 

In allegato: la relazione introduttiva di Carlo Conforti.

seguici su Facebook
Sito conforme agli standard W3C
(World Wide Web Consortium)

Valid XHTML 1.0 Transitional

Confesercenti Siena - CF 80006140521 - politica cookie - POLICY PRIVACY