Facebook icona
g+ icona
Numero Verde: 800 914848 - info@confesercenti.siena.it

MANOVRA 2020 Le novità per imprese, lavoratori, cittadini

Pubblicato il 03 gennaio 2020

Alcune da subito, altre più avanti

manovra-2020

E’ stata approvata il 23 dicembre 2019 in via definitiva dalla Camera dei deputati la legge di Bilancio 2020. Qui sotto una selezione di misure in sintesi.

 

ATTIVITA’ ECONOMICHE

  • Industria 4.0. Super e iper ammortamento sui beni strumentali prendono la forma del credito d’imposta: nel caso dell’Iper del 40 per cento (spese fino a 2,5 miioni) o del 20 % (fino a 10 milioni) per spese in trasformazione tecnologica e software. Per il “super” credito d’imposta del 6 % fino a 2 milioni.
  • Tasse su zucchero e plastica. Quella sullo zucchero per le bevande analcoliche partirà da ottobre 2020 (10 centesimi al litro); la tassa sulla plastica invece da luglio 2020 per 45 centesimi al chilo.
  • Nuova Sabatini. Rifinanziamento di 105 milioni di euro per l'anno 2020, di 97 milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2021 al 2024 e di 47 milioni di euro per l'anno 2025.
  • Auto aziendali. Rimodulata la tassazione delle auto aziendali, con applicazione dai contratti stipulati da luglio 2020 sui veicoli di nuova immatricolazione. Il fringe benefit sarà del  25% sugli autoveicoli aziendali, i motocicli e ciclomotori con emissioni di CO2 inferiori a 60 g/km, al 30% su quelle superiori a 60 g/km e inferiori a 160 g/km. Per i veicoli con emissioni inquinanti superiori a 160 g/km e inferiori a 190 g/km la percentuale aumenterà al 40% nel 2020 e al 50% dal 2021, mentre per tutte le auto superiori a 190 g/km si applica il 50% nel 2020 e il 60% dal 2021.
  • Slot machine. Aumento dal 1.03.2020 del prelievo sulle vincite oltre 500 euro al 20% e del prelievo sulle new slot per le vincite oltre 200 euro al 20% a partire dal 15.01.2020 e al 65% sul Preu e il payout.
  • Web tax 2020. Disposta la applicazione dell’imposta del 3% sui ricavi di società di servizi digitali i cui introiti complessivi siano superiori a 750 milioni di euro e i cui ricavi derivanti da prestazioni di servizi digitali non siano superiori a 5,5 milioni di euro.
  • Buoni pasto. Aumenta  da 7 a 8 euro la quota non tassata dei buoni pasto elettronici e riduzione da 5,29 a 4 euro di quelli cartacei.
  • Cedolare secca. Ridotta dal 15 al 10% a regime l’aliquota della cedolare secca sui contratti di locazione abitativa a canone concordato nei comuni ad alta densità abitativa.
  • Regime forfetario. Reintrodotte  due cause ostative, in precedenza abrogate, per l’accesso al regime forfettario: riguardano il sostenimento di spese per il personale dipendente superiori a 20.000 euro e alla percezione di redditi da lavoro dipendente o assimilato eccedenti 30.000 euro; previsto un regime premiale per i forfettari che utilizzano la fattura elettronica
  • Abrogata la tassazione Irpef sulla liquidazione anticipata della Naspi in un’unica soluzione per i lavoratori di imprese in crisi che hanno deciso di investire l’indennità in una cooperativa di lavoro e rilevato l’attività
  • Infortuni sul lavoro. Estesa al 2022 l’applicazione del meccanismo di riduzione dei premi e contributi per l’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro
  • Accise carburanti, Previsti aumenti nel corso del 2020.              
  • Pagamenti elettronici. Rimandato ad un Decreto del Ministero dell’Economia (entro  aprile 2020) le modalità per l’erogazione di incentivi a chi preferirà il strumenti di pagamento elettronici.
  • Lotteria scontrini.  Avvio posticipato al 1 07 2020 (DL n. 124/2019 convertito dalla Legge n. 157/2019).
  • IVA. 3,1 miliardi di euro sono stati stanziati per la sterilizzazione completa per il 2020 e parziale dal 2021 degli aumenti delle aliquote IVA e accise (cd. clausole di salvaguardia). In vista  degli anni successivi, si prevede l'aumento dell'IVA ridotta dal 10 al 12% e un aumento dell'IVA ordinaria di 3 punti percentuali per il 2021 (al 25%) e di 1,5 punti percentuali (fino al 26,5%) a decorrere dal 2022
  • prodotti da fumo: sancita l'esclusiva di vendita ai rivenditori di generi di monopolio. i tabaccai possono acquistare solo i prodotti accessori ai tabacchi da fumo indicati nella tabella di commercializzazione solo da soggetti individuati che l’Agenzia dogane di Monopoli individuerà sul sito istituzionale. Dal 01 Gennaio 2020, i tabaccai possono continuare a vendere le scorte acquistate entro il 31/12/2019 sulle quali non grava imposta di consumo. entro l'8 gennaio i rivenditori devono conunicare agli uffici dei monopoli territorialmente competenti l’inventario delle scorte giacenti.
  • Partecipazione di pmi a fiere internazionali: esteso il credito d'imposta pari al 30 per cento (max 60mila euro) delle spese di affitto, allestimento spazi, promozione e comunicazione
  • Edicole: esteso il credito d'imposta anche ai punti vendita non esclusivi
  • Analisi rischio evasione: l’Agenzia delle Entrate e la Guardia di Finanza potranno avvalersi di tecnologie, elaborazioni e interconnessioni con le altre banche dati di cui dispongono. 

 

EDILIZIA

  • confermati gli ecobonus del 50% e del 65% per gli interventi di riqualificazione energetica e le detrazioni del 50% per le ristrutturazioni edilizie con tetto di 96.000 euro. È prevista l’introduzione del bonus facciate al 90%. Atteso in 90 giorni un Decreto del Ministero economia per determinare il credito d'imposta per le spese di acquisizione e predisposizione dei sistemi di monitoraggio strutturale continuo, con l’obiettivo di aumentare il livello di sicurezza degli immobili.
  • Sconto in fattura. Applicato lo sconto in fattura per l’ecobonus solo per i lavori di ristrutturazione rilevanti, per le parti comuni degli edifici condominiali, con un importo pari o superiore a 200 mila euro.

 

 

RISORSE UMANE E WELFARE

  • Sgravio totale  per 3 anni dei contributi per l’assunzione degli under 35, con apprendistato di primo livello per datori di lavoro che abbiano fino a 9 addetti.
  • Bonus formazione 4.0: credito d’imposta per le spese di formazione del personale dipendente, finalizzate all’acquisizione e al consolidamento di competenze nelle tecnologie rilevanti per la realizzazione del processo di trasformazione delle imprese previste dal “Piano nazionale industria 4.0" (fino al 60 per cento se l’attività di formazione riguarda lavoratori svantaggiati o ultra svantaggiati)
  • Proroga per il 2020 del congedo di paternità, con aumento della sua durata a 7 giorni.
  •  Rinnovo del bonus per ogni figlio nato o adottato nel 2020. Diventa prestazione ad accesso universale modulata su 3 fasce Isee.
  • Spese sanitarie: detrazione è confermata a prescindere dal reddito. Per le spese veterinarie dall’imposta lorda si detrarrà un importo del 22% fino a 500 euro, per la parte che eccede 129,11 euro. Per alcune tipologie di spese si stabilisce la parziale detraibilità per redditi comprese fra 120.000 e 240.000 euro; oltre tale soglia, il beneficio fiscale non spetta.
  • Prevista l’abolizione del super ticket sanitario, ossia la quota fissa da 10 euro su visite ed esami.
  • Ape sociale. Prorogata  al 2020 la sperimentazione dell’indennità Ape sociale.
  • Opzione donna. Estesa la possibilità di fruire dell’opzione donna alle lavoratrici che hanno maturato i requisiti entro il 31.12.2019.
  • Incrementata di 2 milioni per il 2020 la dotazione del Fondo per l'assistenza alle persone con disabilità grave.
  • Dal 2021: detrazione Irpef 19 % delle spese per l’iscrizione annuale e l’abbonamento di ragazzi tra i 5 e i 18 anni a conservatori di musica, istituzioni di alta formazione artistica musicale e coreutica legalmente riconosciute, scuole di musica iscritte nei registri regionali nonché cori, bande, e scuole di musica riconosciuti da una P.A (valido per contribuenti con reddito reddito complessivo non superiore a € 36.000)
  • Detrazioni Irpef: rimodulate quelle per i contribuenti con reddito complessivo superiore a 120mila euro.
  • Tracciabilità detrazioni irpef 19%: obbligatorio l'utilizzo di strumenti di pagamento tracciabili, fatto salvo per medicinali e i dispositivi medici, nonché per le prestazioni sanitarie rese da strutture pubbliche o da strutture private accreditate al Servizio Sanitario Nazionale.

 

DECRETO MILLEPROROGHE

Con il Decreto 162/2019 (da convertire in legge entro 6O giorni dalla pubblicazione) sono state inoltre disposte una serie di proroghe di scadenze legislative, tra cui lo spostamento al 31 marzo 2021 del termine per il passaggio al mercato libero dell’energia da parte degli utenti che a tutt’ora restando serviti secondo il mercato tutelato; al 31 dicembre 2020 del bonus verde per sulle spese sostenute per gli interventi di sistemazione di giardini, terrazze e parti comuni di edifici condominiali, il rinvio al 31.07.2020 dell’adeguamento delle tariffe autostradali.

 

Per una comprensione reale delle misure si rimanda agli approfondimenti tramite i rispettivi servizi dedicati nelle sedi Confesercenti Siena.

seguici su Facebook
Sito conforme agli standard W3C
(World Wide Web Consortium)

Valid XHTML 1.0 Transitional

Confesercenti Siena - CF 80006140521 - politica cookie - POLICY PRIVACY