Numero Verde: 800 914848 - info@confesercenti.siena.it

E-COMMERCE INDIRETTO e IVA Cambiamenti in vista

Da luglio aliquota del paese destinatario sopra la soglia di 10mila euro

05 marzo 2021

 

iva-e-commerce

Doveva entrare in vigore ad inizio 2021, lo sarà dal 1 luglio. E’ la Direttiva UE 05.12.2017, n. 2017/2455, che porta  rilevanti novità Iva sul commercio elettronico indiretto, e prevede che a decorrere dal 1° luglio 2021 (nuovo termine fissato con la decisione del Consiglio Ue 2020/1109 e con i Regolamenti Ue 2020/1108 e 2020/1112) vengano meno le cosiddette “soglie di protezione”.

 

 

E-COMMERCE E IVA: COSA CAMBIA DA LUGLIO

In particolare, per le vendite in e-commerce che rientrano nella soglia annua di 10.000 euro, al netto dell’imposta, l’Iva si applicherà nel Paese dove è stabilito il cedente soggetto passivo dell’imposta;  dal momento in  cui si supera la soglia, nel corso di un anno civile, da quella data si applica il criterio impositivo basato sul luogo di destino dei beni, di cui all’articolo 33, lett. a), Direttiva 2006/112/CE.

In pratica, dal 1° luglio 2021, il regime Iva del commercio elettronico indiretto verrà assimilato a quello del commercio elettronico diretto. In alternativa, il cedente (chi vende) potrà optare per la registrazione al Moss in  alternativa all’identificazione nei singoli Paesi in cui sono eseguite le vendite, adottando le regole di fatturazione del proprio Stato membro.

 

E-COMMERCE E IVA: NOVITA' ANCHE PER INTERMEDIARI

Novità dalla stessa data anche per chi facilita, tramite l’uso di un interfaccia elettronica:

  • le vendite a distanza di beni importati da territori terzi o Paesi terzi, con spedizioni di
  • valore intrinseco non superiore a 150 euro;
  • le cessioni di beni effettuate nella Comunità verso privati consumatori da parte di un
  • cedente non comunitario;

Qui  l’operazione e-commerce di cessione di beni di modico valore di beni importati da territori o Paesi terzi, ovvero di beni effettuata nella Comunità verso privati consumatori da un soggetto non comunitario, verrà suddivisa in due operazioni distinte:

  1. la vendita dal fornitore all’interfaccia on-line rappresenterà una operazione esente Iva,

ai sensi dell’articolo 136-bis Direttiva 2006/112/CE;

  1. la vendita dall’interfaccia online al privato consumatore sarà assoggettata ad Iva nel

Paese del consumatore.

 

E-COMMERCE E IVA: PER APPROFONDIRE

Maggiori informazioni tramite il servizio Contabilità nelle sedi Confesercenti Siena.

Ti potrebbero interessare anche:

TRANSIZIONE COME ? Dal 31 marzo per saperne di più

Oltre 200 miliardi di euro dall’Europa all’Italia per la transizione. Come partecipare? Per saperne di più, dal 31 marzo  la serie di appuntamenti  “TRANSIZIONE ? COME"

08 giugno 2021

VOUCHER DIGITALIZZAZIONE IMPRESE Bando esaurito

Dalla Camera di Commercio di Siena/Arezzo  il bando PID – Voucher Digitalizzazione imprese 2021

19 maggio 2021