Numero Verde: 800 914848 - info@confesercenti.siena.it

GDPR Multe in aumento sulla privacy

Italia prima per importi su scala europea

08 ottobre 2020

 

GDPR_classifica

Una indagine di Finbold, azienda inglese che si occupa di analizzare gli accadimenti del mondo finanziario, evidenzia un aumento del numero di sanzioni per mancato rispetto del Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR). Seppur entrato in vigore a maggio del 2018, nell’UE si rilevano ancora dei mancati adeguamenti alla disciplina.

 

Nell’indagine sono stati analizzati 19 paesi europei al fine di conoscere il numero di infrazioni, l’importo della relativa sanzione, e i Paesi indisciplinati.

 

Tra il 1 gennaio e il 17 agosto 2020 sono state emesse multe per 60,18 milioni di Euro in seguito a infrazioni del GDPR.

 

Nella classifica di Finbold, l’Italia risulta il paese con il maggior importo di multe pagate, pari a € 45,609,000, anche se il numero di multe risulta più alto in altri paesi.

 

All’Italia seguono la Svezia, con € 7,031,800, e l’Olanda, con € 2,080,000, e al quarto posto la Spagna che sebbene riporti un importo totale di sanzioni minore (€ 1,952,810) è al primo posto rispetto al numero totale di infrazioni, pari a 76. A seguire, troviamo la Germania con un importo totale di sanzioni pari a € 1,240,000, ma – singolarmente - con solo un’infrazione registrata.

 

Hai bisogno di informazioni sulla pivacy? puoi rivolgerti al servizio Pec & Privacy nelle sedi Confesercenti Siena

Ti potrebbero interessare anche:

GDPR e privacy un anno dopo: sanzioni per chi non è in regola

Concluso il periodo di tolleranza normativa

04 giugno 2019