Numero Verde: 800 914848 - info@confesercenti.siena.it

DECRETO FISCALE Novità su rottamazione, cartelle, Cig Covid

Pubblicato in Gazzetta ufficiale

22 ottobre 2021

 

decreto-capienze

Nella Gazzetta ufficiale del 21 ottobre è stato pubblicato il Decreto legge n. 146/2021 contenente “Misure urgenti in materia economica e fiscale, a tutela del lavoro e per esigenze indifferibili”.  Contiene  la sospensione dell’attività imprenditoriale per le aziende che impiegano una quota di lavoratori non regolari pari al 10 % del loro totale(prima la soglia era del 20 per cento),  l’inasprimento delle sanzioni, un rafforzamento dell’attività ispettiva.

 

In tema fiscale, sono previsti:

  • la proroga delle scadenze per il pagamento rateale delle definizioni agevolate dei carichi affidati alla riscossione (cosiddetti “rottamazione-ter” e “saldo e stralcio”): entro il 30 novembre 2021 le rate in scadenza nel 2020 e in scadenza dal 28 febbraio al 31 luglio 2021.
  • l’estensione a 150 giorni del periodo utile per l’adempimento spontaneo delle cartelle di pagamento notificate tra settembre e dicembre 2021, senza interessi di mora.
  • Il rifinanziamento del bonus auto elettriche
  • il rifinanziamento dell’equiparazione della quarantena per Covid 19 alla malattia.

Disposto anche il rifinanziamento della Cassa Integrazione prevista per i datori di lavoro che sospendono o riducono l’attività lavorativa per eventi connessi all’emergenza COVID-19.

 

Queste le principali novità del provvedimento, di cui si consiglia la lettura. Approfondimenti possibili su questa pagina e, per i soggetti associati, tramite le modalità telematiche e le sedi Confesercenti Siena.

 

Ti potrebbero interessare anche:

RIPARTENZE E SCADENZE Date da tenere d’occhio

Un promemoria sulle scadenze per le attività economiche in calendario.

29 febbraio 2024

ROTTAMAZIONE QUATER Nuova scadenza con il Milleproroghe

Novità su termini per il pagamento delle prime 3 rate della rottamazione-quater nella legge di conversione del Dl Milleproroghe 2023.

29 febbraio 2024

CONCORDATO PREVENTIVO Decreto pubblicato, ecco le condizioni

Pubblicato il provvedimento che regola la possibilità per le partite iva di bloccare per due anni il proprio livello di reddito imponibile, e la conseguente tassazione, evitando controlli tributari per lo stesso periodo.

22 febbraio 2024