Facebook icona
g+ icona
Numero Verde: 800 914848 - info@confesercenti.siena.it

SIENA E DINTORNI Ordinanze comunali per categorie commerciali e turistiche

Pubblicato il 07 luglio 2020

Disposizioni su pubblici esercizi, tabaccai, commercio al dettaglio e ambulante, tassa soggiorno, tari

SIENA

LOCAZIONI TURISTICHE

 

Il 4 giugno il Comune di Siena ha disposto con ordinanza per le attività di locazione turistica le necessità di un fermo di 24 ore tra una locazione e l’altra, per consentire adeguata sanificazione, oltre alll’osservanza delle linee guida contenute nell’allegato 17 del Dpcm 17 maggio 2020, e delle ordinanze 57 e 58 della Regione Toscana.



TRIBUTI: RIDUZIONI E RECAPITI DI CONTATTO

Sienaparcheggi, incaricata dal Comune di Siena dal 2020 per gestione delle  proprie entrate Tributarie ed extra tributarie, tornerà ad aprire i propri sportelli al pubblico per appuntamento dal 15 giugno (via Fontebranda n. 65  Telefono.0577/22.87.95 ). Maggiori informazioni su www. Sienaparcheggi.com  - gestione entrate.


il 19 maggio il Consiglio Comunale di Siena ha approvato una serie di misure di carattere economico per il 2020.

 

Imposta di soggiorno: il termine per il versamento al Comune, relativo agli scorsi mesi di febbraio, marzo e aprile, viene spostato al 16 giugno. L'imposta non si applica dal 1° maggio al 31 dicembre 2020 e, quindi, per questo periodo, i gestori delle strutture ricettive o dei portali telematici non sono tenuti agli adempimenti mensili. L’esenzione, fino alla fine di quest'anno, riguarderà anche il personale sanitario che soggiorna, per motivi di servizio, in strutture sanitarie del territorio comunale, o in quelli confinanti, in relazione all'emergenza Covid-19.

 

Cosap (Canone per le occupazioni di spazi e aree pubbliche): dal 1° marzo al 31 dicembre 2020 sono escluse dal pagamento le occupazioni temporanee e quelle permanenti di edicole e chioschi; per i pagamenti relativi al medesimo periodo, eventualmente già eseguiti, viene introdotta la possibilità della compensazione successiva o, in subordine, la richiesta di rimborso. Sempre nello stesso spazio temporale, i concessionari che svolgono attività di somministrazione potranno mantenere, all'interno dell'area consentita, sia le pedane sia altre strutture autorizzate, anche se non utilizzate o utilizzate parzialmente, nonché richiedere un ampliamento della superficie occupata per recuperare in tutto, o in parte, i posti tavolo persi a causa del distanziamento di sicurezza. Questo ampliamento sarà concesso a condizione di garantire le misure minime previste dal Codice della Strada e la sicurezza per la circolazione veicolare e pedonale.

 

Tari: riduzione del 50% della parte variabile, calcolata sulle tariffe 2019 per le categorie di utenze non domestiche da 1 a 30, con esclusione delle categorie 9 (case di cura e riposo), 10 (ospedali), 12 (banche e istituti di credito), 14 (edicole, farmacie, tabacchi), 25 (supermercati, pane, macelleria e alimentari), 28 (ipermercati); l'agevolazione sarà applicata d'ufficio fin dall'emissione dell'acconto sulle bollette in scadenza nei mesi di agosto e settembre 2020.


 Imposta di pubblicità relativa all'anno 2020: gli interessati potranno richiedere il differimento fino al 31 dicembre delle rate scadenti nel corso dell’anno.



MERCATO SETTIMANALE

Da mercoledì 3 giugno è stato riaperto mercato settimanale con tutti i settori merceologici, con disposizione sperimentale anche all'interno della Fortezza.

 

 

VENDITA A DOMICILIO, ATTIVITA' ARTIGIANALI, ALIMENTARI E DI  SOMMINISTRAZIONE 

Con l'Ordinanza del 16 marzo era stato eliminato l'obbligo di presentazione di apposita Scia di vendita a domicilio per le attività di artigianato e di commercio alimentare che decidano di effettuare la vendita con consegna a domicilio.

 

 

 

ASCIANO

Il 9 aprile il Comune di Asciano ha revocato l'ordinanza con cui sospendeva completamente il mercato settimanale del sabato e il commercio nei posteggi fuori mercato, che tornano ad essere possibili ma solo per il settore alimentare, nel rispetto delle prescrizioni di prevenzione.

 

 

CASTELLINA IN CHIANTI

Per il 2020 il Comune ha previsto il pagamento dell’imposta di soggiorno per i primi sette giorni di permanenza in agriturismo, case vacanze, abitazioni locate per finalità turistiche, residence 2, 3 e 4 chiavi e residenze d’epoca, mentre in strutture quali alberghi da 1 a 5 stelle, campeggi, case per ferie, ostelli, affittacamere professionali e non, bed & breakfast e residenze d’epoca l’imposta sarà applicata fino a quattro giorni di permanenza. Inoltre, sono state riviste le scadenze dei pagamenti da parte delle strutture ricettive, con due rate a ottobre 2020 e gennaio 2021, anziché ottobre e novembre 2020.

Altre misure riguardano l’annullamento del pagamento della Cosap per gli esercizi di somministrazione, come prevedono le disposizioni nazionali, e dilazioni di pagamento per chi non può essere esentato; la revisione delle scadenze per il pagamento della Tari, posticipate a settembre 2020, novembre 2020 e febbraio 2021, e l’esenzione dalla prima rata Imu per tutte le strutture ricettive in cui il proprietario dell’immobile sia anche gestore dell’attività turistica. Per l’Imu, inoltre, non sono previste sanzioni in caso di ritardo nel pagamento della prima rata a fronte di comprovate condizioni di incertezza. L’amministrazione comunale, infine, ha messo a disposizione gratuitamente, per esercizi commerciali e aziende agricole, il Parco delle Casce, area verde pubblica nel cuore del centro storico, con tutte le attrezzature già predisposte per ospitare eventi e iniziative enogastronomiche nel rispetto delle misure anti Covid-19. A questo si aggiungono altre due iniziative accolte su richiesta del Centro commerciale naturale: parcheggi gratuiti la domenica, fino al 31 dicembre 2020, e ZTL attiva dalle ore 17 anziché dalle ore 13, fino al 31 ottobre 2020

 


CASTELNUOVO

Il 25 maggo il Comune ha disposto lo svolgimento del mercato settimanale del giovedì limitandolo ad un numero di 13 posteggi, ossia a quelli relativi ai titolari di concessione mercatale, eliminando, solo in questa particolare circostanza, quelli privi di concessione ed oggetto di assegnazione c.d. alla spunta;

 

 

 

 

 CHIANCIANO TERME

 Il Comune di Chianciano Terme ha differito il pagamento dell’acconto Tari per le utenze non domestiche, le cui scadenze erano state fissate al 31 marzo e 31 maggio, rispettivamente al 31 maggio e 31 luglio. 

  

 

CHIUSI

Il Comune id Chiusi ha disposto la ripresa del mercato settimanale dal 15 giugno in modaltà provvisoria fino al 31 luglio.


COLLE VAL D'ELSA

Il 1 luglio il Comune ha comunicato di aver approvate dalla Giunta comunale le tariffe della Tari 2020 in acconto sulla base delle tariffe 2019. Per quanto riguarda le utenze non domestiche invece la giunta ha deciso di posticipare l’acconto a settembre e il saldo al 28 febbraio 2021.

 

 

Il 20 maggio il Comune ha emesso un bando per l’assegnazione di contributi a sostegno delle micro-attività produttive che hanno subito la sospensione dell’attività lavorativa e una riduzione consistente del fatturato. 

Possono accedere ai contributi le attività economiche, che alla data della presentazione della domanda hanno sede operativa nel Comune di Colle di Val d’Elsa, siano formalmente attive sul territorio comunale, quindi avviate (ma non cessate) sia dal punto di vista civilistico che amministrativo e che siano appartenenti alle seguenti categorie: attività commerciali della vendita al dettaglio (esercizi di vicinato) e della somministrazione; attività dell’artigianato, artigianato artistico, di servizio alla persona, agenzie di viaggio, imprese turistiche e aziende agrituristiche. Possibile chiedere un contributo a fondo perduto nella misura del 60% della spesa ammissibile e comunque fino ad un massimo di mille euro per tipologia di attività economica. La domanda di contributo, in originale e redatta utilizzando esclusivamente la modulistica disponibile sul sito internet del Comune (www.comune.collevaldelsa.it )

 


MONTEPULCIANO

Dal 18 maggio 2020, i mercati comunali mensili, settimanali e posteggi fuori mercato per ogni settore merceologico possono svolgersi nelle rispettive area di mercato e di ubicazione contingentata e con accessi ordinati, rispetto delle norme anticontagio, comunicate agli operatori presenti e definite operativamente, sotto il profilo della sicurezza, nell’ambito del progetto “Mercato Sicuro-Fase 2 ”.

 


MONTERIGGIONI

Il consiglio comunale di Monteriggioni, riunito nei giorni scorsi in videoconferenza, ha dato il via libera alle misure straordinarie legate all’emergenza sanitaria Covid-19 per il pagamento di Cosap e Tari.

L’atto prevede l’esenzione dal pagamento della Cosap, canone per l'occupazione di spazi e aree pubbliche, nel periodo compreso fra il 1° marzo e il 31 dicembre 2020 per tutte le tipologie di occupazione di suolo pubblico, sia temporanee che permanenti, a eccezione di alcuni casi. Tra questi rientrano le occupazioni temporanee per la manomissione del suolo pubblico, scavi e rinterri e altre occupazioni temporanee previste dal regolamento comunale; le occupazioni permanenti con passi carrabili, quelle realizzate con cavi, condutture, impianti o qualsiasi manufatto realizzato da aziende di erogazione di servizi pubblici e quelle realizzate nell’esercizio di attività strumentali ai servizi medesimi. La nuova scadenza per il pagamento delle occupazioni permanenti di suolo pubblico escluse dall’esenzione è fissata per il 30 settembre 2020.

 

 

 

Per quanto riguarda la Tari, la delibera approvata in consiglio comunale prevede una riduzione del 50 per cento della parte variabile del tributo, calcolata sulle tariffe 2019, per tutte le utenze non domestiche che hanno dovuto rispettare l’obbligo di chiusura delle attività nel periodo dell’emergenza Covid-19, a esclusione di alcune particolari categorie. L’agevolazione sarà interamente applicata d’ufficio con l’emissione dell’acconto Tari e sarà conguagliata con il saldo sulla base del Piano Economico Finanziario dell’anno 2020, da approvare entro il 31 dicembre. L’atto stabilisce, inoltre, nuove scadenze per il pagamento dell’acconto e del saldo Tari: le rate per il primo sono fissate per il 31 agosto, 30 settembre e 31 ottobre, mentre il saldo avrà come scadenze il 30 novembre, il 31 dicembre e il 31 gennaio 2021.

 

 

PIANCASTAGNAIO

 Con Ordinanza comunale del 30 aprile, Il Comune ha esteso alle bevande la possibilità dell'asporto introdotta con Ordinanza regionale n. 41, nel rispetto delle prescrizioni dell'ordinanza stessa.


POGGIBONSI

BEVANDE ALCOLICHE E ORDINE PUBBLICO

Con ordinanza sindacale del 16 giugno, valida fino al 31 luglio,  il Comune di Poggibonsi ha disposto il divieto di vendita per asporto  di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione per le attività di somministrazione di alimenti e bevande, gli esercizi di vicinato, i circoli privati, le attività artigianali di tipo alimentare nell’area del centro storico (come da planimetria qui sotto); la somministrazione delle stesse bevande è limitata all’interno degli esercizi, e all’esterno solo negli spazi pertinenziali con servizio al tavolo;  fuori da questi spazi il consumo di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione resta vietato. E’ inoltre disposto negli stessi orari e area  centro storico l’obbligo di utilizzo di  mascherina (ad eccezione che l’uso di detta protezione sia materialmente incompatibile con le esigenze personali del momento quali: mangiare, bere, fumare, etc …) indipendentemente dalla distanza interpersonale


L’ordinanza prevede anche l’obbligo, a carico dei gestori  delle attività,  di adottare “tutte le attività possibili” per scoraggiare disturbi di ordine pubblico: “ ad esempio tenendo accostate le porte di accesso per limitare i contatti fra interno ed esterno del locale, interrompendo l’attività nelle occupazioni di suolo pubblico esterne, facendo opera di persuasione attraverso proprio personale che assolva a questa funzione”.

 

In caso di violazione degli obblighi, è possibile  la riduzione dell’orario di apertura di singoli locali e in caso di persistenza di fenomeni di disagio la sospensione o revoca delle autorizzazioni . In particolare, la violazione di quanto previsto può essere passibile di sanzione amministrativa pecuniaria da euro 400,00 a euro 3000,00, a sanzione amministrativa accessoria della chiusura dell'esercizio o dell'attività da 5 a 30 giorni, e il raddoppio della sanzione amministrativa.

 

 

ASPORTO

Con Ordinanza comunale del 27 aprile, Il Comune aveva esteso alle bevande la possibilità dell'asporto introdotta con Ordinanza regionale n. 41, nel rispetto delle prescrizioni dell'ordinanza stessa.


 

 

RAPOLANO TERME

Il Comune ha disposto il 27 marzo lo spostamento del pagamento della Tari in tre rate - luglio, settembre e novembre 2020.


 

SAN GIMIGNANO

Il 7 maggio il Comune di San Gimignano ha disposto alcune misure di aiuto rivolte alle categorie economiche.:  sospensione del suolo pubblico e dell'imposta di soggiorno fino a dicembre, la riduzione al 50 % del check point per i bus turistici, le gratuità mirate sui parcheggi, lo stop all'addizionale irpef.

 

 

SAN QUIRICO

Disposte dal Comune il rinvio della Cosap dal 30 aprile al 31 maggio, e del versamento tassa soggiorno dal 20 maggio al 20 giugno..

Il mercato settimanale del 26 maggio e, salvo disdette, del 9 giugno, si svolgeranno nell'area Porta nuova/Via dei Canneti.

 

 

 SARTEANO

Fino al 30 giugno, parrucchieri estetisti tatuatori possono effettuare l'orario 7-22, anche domenica e festivi, senza obbligo di riposo settimanale. L'orario prescelto va comunicato al Comune. 


SINALUNGA

Il Comune di Sinalunga, con delibera della giunta Comunale n. 60 del 21/05/2020, ha istituito il "Fondo Contributi per le Imprese del territorio a copertura fino a 24 mesi delle rate di preammortamento dei prestiti concessi con il "Decreto Liquidità" . E’ possibile richiedere contributi pari al 100% degli interessi dovuti per i primi 24 mesi di preammortamento su prestiti fino a 10.000,00 euro e pari al 100% degli interessi dovuti per i primi 12 mesi di preammortamento su prestiti fino a 25.000,00 euro, concessi in base al “decreto liquidità” sopracitato.

 

La domanda va inoltrata tramite PEC entro il 15 settembre. 2020, utilizzando il modulo predisposto sul sito del Comune.



RIITIRO RIFIUTI

Sei Toscana ha comunicato la riduzione dei servizi dedicati alle attività di ristorazione, bar e similari: per situazioni particolari, le specifiche attività/aziende che ne abbiano necessità potranno fare espressa richiesta all’azienda tramite numero verde 800127484 Resta inoltre attivo il servizio di ritiro nfombranti a domicilio. Altri dettagli qui.

seguici su Facebook
Sito conforme agli standard W3C
(World Wide Web Consortium)

Valid XHTML 1.0 Transitional

Confesercenti Siena - CF 80006140521 - politica cookie - POLICY PRIVACY