Numero Verde: 800 914848 - info@confesercenti.siena.it

CONTRIBUTO MACCHINARI RISTORAZIONE Atteso il via alle richieste

Anche da parte di gelaterie e pasticcerie

05 settembre 2022

 

CONTRIBUTO-MACCHINARI

Nella Gazzetta Ufficiale del 30 agosto 2022 è stato pubblicato il Decreto ministeriale attuativo relativo al  contributo per la ristorazione e le eccellenze gastronomiche, previsto dalla legge di Bilancio 2021.

 

In particolare è prevista la concessione e l'erogazione dei contributi a fronte di investimenti in macchinari professionali e altri beni strumentali durevoli.

 

CONTRIBUTO MACCHINARI RISTORAZIONE: CHI PUO’ RICHIEDERLO

Ad aver diritto alle agevolazioni saranno le imprese:

  • operanti nel settore identificato dal codice ATECO 56.10.11 (Ristorazione con somministrazione), regolarmente costituite ed iscritte come attive nel Registro delle imprese da almeno 10 anni o in alternativa aver acquistato nei 12 mesi precedenti prodotti certificati DOP, IGP, SQNPI, SQNZ e prodotti biologici per almeno il 25% degli acquisti totali del periodo;
  • operanti nel settore identificato dal codice ATECO 56.10.30 (Gelaterie e pasticcerie) e dal codice ATECO 10.71.20 (Produzione di pasticceria fresca), regolarmente costituite e iscritte nel Registro delle imprese da almeno 10 anni o in alternativa aver acquistato prodotti DOP, IGP, SQNPI e prodotti biologici per almeno il 5% del totale.

 

Oltre a questi, le imprese interessate devono assicurare altri requisiti di base (non essere in difficoltà, in regola con contributi durc e fisco).

 

CONTRIBUTO MACCHINARI RISTORAZIONE:  QUANTO E COME?

Saranno ammissibili le spese relative all'acquisto di macchinari professionali e  beni strumentali all’attività dell'impresa, nuovi di fabbrica, organici e funzionali, acquistati alle normali condizioni di mercato da terzi che non hanno relazioni con l'impresa; i beni strumentali acquistati devono essere mantenuti nello stato patrimoniale dell'impresa per almeno tre anni dalla data di concessione del contributo.

Non saranno ammesse le spese sostenute  prima  della  presentazione della domanda di contributo.

L'agevolazione consisterà in un contributo in conto capitale per il 70% delle spese totali ammissibili , entro il limite di 30.000 euro per singola impresa.

 

Per il pagamento del bonus riconosciuto l’impresa dovrà presentare un’apposita richiesta di erogazione entro i 30 giorni successivi dalla data di ultimazione delle spese, alla quale bisognerà allegare:

  • copia delle fatture elettroniche relative all’acquisto di macchinari professionali e beni strumentali;
  • documentazione atta ad attestare la piena tracciabilità delle spese sostenute dall’impresa (ordinativi di pagamento ed estratti conto);
  • relazione tecnica finale recante la descrizione degli investimenti effettuati e attestante il completo pagamento delle relative spese.

 

L’erogazione avverrà entro 90 giorni dalla ricezione delle richieste da parte di Invitalia.

Alle imprese sarà inoltre consentito richiedere un anticipo del pagamento spettante, nella misura massima del 50%, presentando però obbligatoriamente una fideiussione bancaria o assicurativa.

 

CONTRIBUTO MACCHINARI RISTORAZIONE:  QUANDO?

La definizione dei termini e delle modalità di presentazione delle domande, è attesa  entro fine settembre con provvedimento del direttore della Direzione generale per la promozione della qualità agroalimentare  e dell'ippica del Ministero.

 

Aggiornamenti in arrivo su questa pagina e, per i soggetti associati, tramite le modalità a distanza e le sedi Confesercenti Siena.

Ti potrebbero interessare anche:

DIRITTI SIAE/SCF e canone RAI Il nuovo quadro 2023

Ecco chi è interessato da  esenzioni e riduzioni per il 2023

02 febbraio 2023

GIROGUSTANDO 2023: via al 22esimo anno

Tre menù a quattro mani per l'inverno 2023: il 7, 23 febbraio e 1 marzo

16 gennaio 2023

ASSEGNO UNICO FIGLI Domande e risposte

Assegno unico universale per figli a carico versione 2023: domande e risposte per saperne di più

11 gennaio 2023