Numero Verde: 800 914848 - info@confesercenti.siena.it

ORDINANZA REGIONALE Limiti commercio primo maggio

In aggiunta alle restrizioni già previste

30 aprile 2021

 

ordinanze-regione-toscana-covid

 

LIMITI COMMERCIO 1 MAGGIO

Il 29 aprile la Regione ha emesso l’Ordinanza n. 48 con la quale regolamenta le aperture per le attività di commercio per il giorno del 1 Maggio, prevedendo la chiusura dalle  ore 13 per tutte le attività classificate come grande superficie di vendita.

Non sono limitate le aperture per esercizio di vicinato e medie superfici.

 

 

 

LIMITI COMMERCIO PASQUA PASQUETTA

 

La Regione Toscana aveva disposto  con l'Ordinanza 42, sul territorio regionale, in aggiunta alla restrizioni già previste,  per le giornate di domenica 4 e lunedì 5 aprile:

  • la  chiusura degli esercizi commerciali di cui all’articolo 13, comma 1, lett. d), e), f) e g) della legge regionale Toscana 23 novembre 2018, n. 62 (Codice del commercio),  ovvero:

d) per  esercizi di vicinato, quelli aventi superficie di vendita non superiore a 300 metri quadrati;

e) per medie strutture di vendita, gli esercizi aventi superficie di vendita superiore a quella degli esercizi di vicinato e fino a:

1) 1.500 metri quadrati;

2) 2.500 metri quadrati se insediati nei comuni con popolazione residente superiore a 10.000 abitanti, inseriti nelle aree commerciali metropolitane Firenze-Pistoia-Prato e Livorno-Pisa, come individuati nell'allegato A.

f) per grandi strutture di vendita, gli esercizi aventi superficie di vendita superiore ai limiti di cui alla lettera e) e non superiore a 15.000 metri quadrati, salvo eventuale diversa previsione contenuta nel Piano di indirizzo territoriale (PIT) di cui all'articolo 88 della l.r. 65/2014 ;

g) per centro commerciale, una media o una grande struttura di vendita nella quale più esercizi commerciali sono inseriti in una struttura a destinazione specifica e usufruiscono di infrastrutture comuni e spazi di servizio gestiti unitariamente. Per superficie di vendita di un centro commerciale si intende quella risultante dalla somma delle superfici di vendita degli esercizi di commercio al dettaglio in esso presenti.

 

Per gli esercizi così indicati, è consentita la consegna a domicilio per i generi alimentari e di prima necessità individuati nell'allegato 23, prenotandoli via telefono o on line (non recandosi sul posto).

 

L'ordinanza dispone anche la chiusura dei tabaccai, mantenendo la possibilità di apertura per rivendite di giornali, farmacie e parafarmacie.

 

 

ORDINANZE REGIONALI PRECEDENTI

Con l'Ordinanza n. 3 del 22/01/2021 la Regione Toscana regolamenta i rientri da altre regioni in funzione dei diversi scenari di rischio possibili. 

Olrre alle norme previste nell'Ordinanza n. 3:

  •  nei giorni in cul la Toscana è zona GIALLA valgono le norme previste nell'ordinanza n. 121 del 24/12/2020
  •  nei giorni in cul la Toscana è zona ARANCIONE valgono le norme previste nell'ordinanza n. 117 del 05/12/2020
  •  nei giorni in cul la Toscana è zona ROSSA valgono le norme previste nell'ordinanza n. 116 del 28/11/2020.

 

 

Per le informazioni sulle Ordinanze regionali 2020: CLICCA QUI.

Ti potrebbero interessare anche:

CVIRUS E SICUREZZA I Cartelli da esporre e i documenti da aggiornare

In versione scaricabile per esercizi commerciali e imprese

27 ottobre 2021

RIPARTENZE E SCADENZE Date da tenere d’occhio

Un promemoria sulle scadenze per le attività economiche in calendario per i prossimi mesi

27 ottobre 2021

CVIRUS Decreti, restrizioni, aiuti: pagina-guida

Il riepilogo di provvedimenti e iniziative

25 ottobre 2021