Numero Verde: 800 914848 - info@confesercenti.siena.it

VOUCHER DIGITALIZZAZIONE IMPRESE 2022 Le graduatorie

Per le attività di Siena Arezzo e provincie

19 luglio 2022

 

Sono state pubblicate le graduatorie di assegnazione 2022 del Bando Voucher Digitali I4.0, anche noto come Bando PID 2022: a bandirlo era la Camera di Commercio di Arezzo- Siena.

 

CLICCARE QUI per vedere le graduatorie. 

 

Come nel 2021, obiettivi generali del bando erano:

  • promuovere servizi o soluzioni focalizzati sulle nuove competenze e tecnologie digitali
  • favorire interventi di digitalizzazione ed automazione funzionali alla continuità operativa delle imprese post emergenza sanitaria da Covid-19
  • sviluppare la capacità di collaborazione tra imprese tramite nuovi modelli di business 4.0 e modelli green oriented.

 

In particolare, gli ambiti tecnologici di innovazione digitale dovevano riguardare almeno una tecnologia dell’Elenco 1 ( inclusa la pianificazione o progettazione dei relativi interventi) ed eventualmente una o più tecnologie dell’Elenco 2, purché propedeutiche o complementari a quelle previste all'Elenco 1.

 

ELENCO 1

  1. robotica avanzata e collaborativa;
  2. interfaccia uomo-macchina;
  3. manifattura additiva e stampa 3D;
  4. prototipazione rapida;
  5. internet delle cose e delle macchine;
  6. cloud, High Performance Computing – HPC, fog e quantum computing;
  7. soluzioni di cyber security e business continuity (es. CEI – cyber exposure index, vulnerability assessment, penetration testing etc.);
  8. big data e analytics;
  9. intelligenza artificiale;
  10. blockchain;
  11. soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa (realtà aumentata, realtà virtuale e ricostruzioni 3D);
  12. simulazione e sistemi cyberfisici;
  13. integrazione verticale e orizzontale;
  14. soluzioni tecnologiche digitali di filiera per l’ottimizzazione della supply chain;
  15. soluzioni tecnologiche per la gestione e il coordinamento dei processi aziendali con elevate caratteristiche di integrazione delle attività (ad es. ERP, MES, PLM, SCM,
  16. CRM, incluse le tecnologie di tracciamento, ad es. RFID, barcode, etc.).

 

ELENCO 2

  1. sistemi di pagamento mobile e/o via Internet;
  2. sistemi fintech;
  3. sistemi EDI, electronic data interchange;
  4. geolocalizzazione;
  5. tecnologie per l’in-store customer experience;
  6. system integration applicata all’automazione dei processi;
  7. tecnologie della Next Production Revolution (NPR);
  8. programmi di digital marketing;
  9. analisi LCA (Life Cycle Assessment);
  10. soluzioni tecnologiche per la transizione ecologica;
  11. connettività a Banda Ultralarga
  12. sistemi per lo smart working e il telelavoro;
  13. sistemi di e-commerce;
  14. soluzioni tecnologiche digitali per l’automazione del sistema produttivo e di vendita.

 

 

Inoltre  erano ammissibili le spese per:

  1. servizi di consulenza e/o formazione relativi a una o più tecnologie tra quelle previste all’art. 2, comma 2 del Bando (elenco 1 e elenco 2 qui sopra);
  2. acquisto di beni e servizi strumentali, inclusi dispositivi e spese di connessione funzionali all’introduzione delle tecnologie abilitanti di cui all’art. 2, comma 2 del Bando (elenco 1 e elenco 2 qui sopra), escludendo quelli adibiti ad utilizzo a titolo personale. Per beni e servizi strumentali, a titolo esemplificativo e non esaustivo, il riferimento è alle seguenti spese:
  • connettività dedicata;
  • licenze software;
  • servizi erogati in modalità cloud computing e SaaS, comprese le spese di canone per massimo un’annualità e per gestione business in cloud in modalità software as a service (solo a titolo esemplificativo: servizi  pacchetto Office 365, suite servizi Google Business, Autocad, Prezi, o prodotti analoghi);
  • servizi di system integration applicativa;
  • servizi per lo sviluppo di software e applicazioni digitali;
  • dispositivi e servizi per la creazione e l’uso di ambienti tridimensionali;
  • tecnologie e soluzioni digitali (macchinari 3d);
  • sistemi e tecnologie per la produzione e la prototipazione in ambito industriale;
  • dispositivi e servizi infrastrutturali;
  • apparati orientati alla telematizzazione delle attività;
  • acquisto e installazione VPN, VoiP, sistemi di Backup/ripristino dei dati, sicurezza di rete.

 

VOUCHER DIGITALIZZAZIONE IMPRESE 2022: QUANDO RICHIEDERLI?

Le domande andranno presentate dalle ore 10 del 20 maggio 2022 tramite la piattaforma Telemaco (novità) e già dal 13/05/2022 sarà possibile precaricare la documentazione, che andrà poi definitivamente inviata il giorno di apertura del bando, dalle ore 10.

 

SPESE AMMISSIBILI,  CONTRIBUTO E ESCLUSIONI

Sono tutte le spese sostenute a partire dal 01/01/2022 e fino al 120° giorno successivo alla data di comunicazione all'impresa del provvedimento di concessione del contributo, mentre eventuali preventivi non possono essere antecedenti al 01/09/2021.

 

Il contributo è pari al  70% delle spese ammissibili; l’investimento minimo dovrà essere di € 1.450 ed  il massimo € 5.000.

 

Non possono partecipare le imprese che hanno già beneficiato del contributo nel 2021.

 

 

VOUCHER DIGITALIZZAZIONE IMPRESE 2022: COME SAPERNE DI PIU’?

Approfondimenti possibili tramite il servizio Credito nelle sedi Confesercenti Siena

Ti potrebbero interessare anche:

IMPRESE MONTANE e INNOVAZIONE Fondo perduto regionale

Aperto un bando regionale per la concessione di contributi a fondo perduto per l’innovazione delle imprese delle aree montane, aree interne o a rischio spopolamento

26 settembre 2022

IMPRESE CREATIVE Domande possibili per lo sviluppo marketing

Dal 22 settembre l'invio delle richieste per lo sviluppo marketing delle pmi

20 settembre 2022

DIGITRAINING Dalla mail alle newsletter in 3 incontri

Il 17 21 e 24 ottobre, alle ore 14, "SCRIVO RISPONDO VENDO - Come usare la posta elettronica per sviluppare la tua attività in 3 pause pranzo".

20 settembre 2022