Numero Verde: 800 914848 - info@confesercenti.siena.it

VOUCHER DIGITALIZZAZIONE IMPRESE 2022 Bando aperto

Per le attività di Siena Arezzo e provincie

11 maggio 2022

 

E’ uscita l’edizione 2022 del Bando Voucher Digitali I4.0, anche noto come Bando PID 2022: a bandirlo è la Camera di Commercio di Arezzo- Siena.

 

Come nel 2021, obiettivi generali del bando sono:

  • promuovere servizi o soluzioni focalizzati sulle nuove competenze e tecnologie digitali
  • favorire interventi di digitalizzazione ed automazione funzionali alla continuità operativa delle imprese post emergenza sanitaria da Covid-19
  • sviluppare la capacità di collaborazione tra imprese tramite nuovi modelli di business 4.0 e modelli green oriented.

 

In particolare, gli ambiti tecnologici di innovazione digitale dovranno riguardare almeno una tecnologia dell’Elenco 1 ( inclusa la pianificazione o progettazione dei relativi interventi) ed eventualmente una o più tecnologie dell’Elenco 2, purché propedeutiche o complementari a quelle previste all'Elenco 1.

 

ELENCO 1

  1. robotica avanzata e collaborativa;
  2. interfaccia uomo-macchina;
  3. manifattura additiva e stampa 3D;
  4. prototipazione rapida;
  5. internet delle cose e delle macchine;
  6. cloud, High Performance Computing – HPC, fog e quantum computing;
  7. soluzioni di cyber security e business continuity (es. CEI – cyber exposure index, vulnerability assessment, penetration testing etc.);
  8. big data e analytics;
  9. intelligenza artificiale;
  10. blockchain;
  11. soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa (realtà aumentata, realtà virtuale e ricostruzioni 3D);
  12. simulazione e sistemi cyberfisici;
  13. integrazione verticale e orizzontale;
  14. soluzioni tecnologiche digitali di filiera per l’ottimizzazione della supply chain;
  15. soluzioni tecnologiche per la gestione e il coordinamento dei processi aziendali con elevate caratteristiche di integrazione delle attività (ad es. ERP, MES, PLM, SCM,
  16. CRM, incluse le tecnologie di tracciamento, ad es. RFID, barcode, etc.).

 

ELENCO 2

  1. sistemi di pagamento mobile e/o via Internet;
  2. sistemi fintech;
  3. sistemi EDI, electronic data interchange;
  4. geolocalizzazione;
  5. tecnologie per l’in-store customer experience;
  6. system integration applicata all’automazione dei processi;
  7. tecnologie della Next Production Revolution (NPR);
  8. programmi di digital marketing;
  9. analisi LCA (Life Cycle Assessment);
  10. soluzioni tecnologiche per la transizione ecologica;
  11. connettività a Banda Ultralarga
  12. sistemi per lo smart working e il telelavoro;
  13. sistemi di e-commerce;
  14. soluzioni tecnologiche digitali per l’automazione del sistema produttivo e di vendita.

 

 

Inoltre  sono ammissibili le spese per:

  1. servizi di consulenza e/o formazione relativi a una o più tecnologie tra quelle previste all’art. 2, comma 2 del Bando (elenco 1 e elenco 2 qui sopra);
  2. acquisto di beni e servizi strumentali, inclusi dispositivi e spese di connessione funzionali all’introduzione delle tecnologie abilitanti di cui all’art. 2, comma 2 del Bando (elenco 1 e elenco 2 qui sopra), escludendo quelli adibiti ad utilizzo a titolo personale. Per beni e servizi strumentali, a titolo esemplificativo e non esaustivo, il riferimento è alle seguenti spese:
  • connettività dedicata;
  • licenze software;
  • servizi erogati in modalità cloud computing e SaaS, comprese le spese di canone per massimo un’annualità e per gestione business in cloud in modalità software as a service (solo a titolo esemplificativo: servizi  pacchetto Office 365, suite servizi Google Business, Autocad, Prezi, o prodotti analoghi);
  • servizi di system integration applicativa;
  • servizi per lo sviluppo di software e applicazioni digitali;
  • dispositivi e servizi per la creazione e l’uso di ambienti tridimensionali;
  • tecnologie e soluzioni digitali (macchinari 3d);
  • sistemi e tecnologie per la produzione e la prototipazione in ambito industriale;
  • dispositivi e servizi infrastrutturali;
  • apparati orientati alla telematizzazione delle attività;
  • acquisto e installazione VPN, VoiP, sistemi di Backup/ripristino dei dati, sicurezza di rete.

 

VOUCHER DIGITALIZZAZIONE IMPRESE 2022: QUANDO RICHIEDERLI?

Le domande andranno presentate dalle ore 10 del 20 maggio 2022 tramite la piattaforma Telemaco (novità) e già dal 13/05/2022 sarà possibile precaricare la documentazione, che andrà poi definitivamente inviata il giorno di apertura del bando, dalle ore 10.

 

SPESE AMMISSIBILI,  CONTRIBUTO E ESCLUSIONI

Sono tutte le spese sostenute a partire dal 01/01/2022 e fino al 120° giorno successivo alla data di comunicazione all'impresa del provvedimento di concessione del contributo, mentre eventuali preventivi non possono essere antecedenti al 01/09/2021.

 

Il contributo è pari al  70% delle spese ammissibili; l’investimento minimo dovrà essere di € 1.450 ed  il massimo € 5.000.

 

Non potranno partecipare le imprese che hanno già beneficiato del contributo nel 2021.

 

 

VOUCHER DIGITALIZZAZIONE IMPRESE 2022: COME SAPERNE DI PIU’?

Approfondimenti possibili tramite il servizio Credito nelle sedi Confesercenti Siena

Ti potrebbero interessare anche:

DIGITRAINING 18 maggio: Facebook e Instagram, le novità in due ore

Il 18 maggio una pausa-pranzo di aggiornamento a distanza per chi utilizza i due social networks con buoni risultati, e vuole restare al passo degli imminenti sviluppi

10 maggio 2022

Fai pubblicità? Usa il Bonus

Nel 2023 potrà riguardare solo stampa quotidiana e periodica. per il 75% del valore incrementale.

04 maggio 2022

CERCASI PERSONALE?

Suggerimenti per facilitare l’incontro tra la domanda e offerta di lavoro nel nostro territorio

27 aprile 2022