Numero Verde: 800 914848 - info@confesercenti.siena.it

CARO BOLLETTE Tax credit estesi al secondo trimestre

Decreto pubblicato con novità anche fiscali

31 marzo 2023

 

decreto-bollette

E' stato pubblicato nella Gazzetta ufficiale del 30 marzo 2023 il Decreto legge n. 34 che estende al secondo trimestre 2023 i crediti d’imposta su quelle bollette energetiche  che evidenzieranno  un prezzo della componente energetica, calcolato sulla base della media riferita al primo trimestre 2023, al netto delle imposte e degli eventuali sussidi, superiore al 30 per cento del corrispondente prezzo medio riferito al medesimo trimestre dell'anno 2019. Il credito d'imposta sarà del 20 per cento per le imprese energivore, del 10 per cento per le altre.

 

I crediti d’imposta potranno essere utilizzati in compensazione entro il 31 dicembre 2023,senza incidere sulla formazione del reddito d'impresa né sulla base imponibile dell'imposta regionale sulle attività produttive (IRAP).

 

Il Decreto prevede anche un nuovo bonus riscaldamento che sarà utilizzabile nel periodo autunnale (ottobre- dicembre 2023), in misura che sarà definita da apposito decreto del Ministero dell'Ambiente. 

 

A partire dal 1° aprile e per tutto il secondo trimestre del 2023, saranno riattivati gli oneri generali di sistema per tutte le utenze elettriche comprese le utenze domestiche. Si tratta di componenti per la copertura di costi per attività di interesse generale per il sistema elettrico nazionale come i costi per il sostegno delle fonti rinnovabili.

Per il gas, gli oneri generali di sistema resteranno azzerati anche per il secondo trimestre 2023. Inoltre, sempre per il settore gas, è confermata la riduzione dell’IVA al 5%.

 

 

 

MISURE FISCALI

Introdotta anche la possibilità di sospendere il processo penale per i soggetti che rateizzano la sanatoria delle

violazioni relative a reati di omesso versamento delle ritenute, omesso versamento dell’Iva, indebita compensazione di crediti non spettanti.

 

Prorogati:

  • al 30 settembre e al 31 ottobre 2023 il termine per la regolarizzazione tramite il ravvedimento speciale  e sanatoria di alcune violazioni formali;
  • al 30 settembre 2023 quelli per la definizione e conciliazione agevolata di alcune liti pendenti.

 

 

Entro il 30 aprile 2023 possibile:

  • definire  con il pagamento della sanzione ridotta a 1/18 dell'irrogato, gli atti di accertamento / avvisi di rettifica e liquidazione / atti di recupero divenuti definitivi nel periodo 2.1 - 15.2.2023;
  • regolarizzare gli omessi versamenti delle rate riferite agli istituti definitori anche se la notifica della cartella di pagamento / atto di intimazione è posteriore al 1 gennaio 2023.

 

 

Queste le principali misure del provvedimento, di cui si consiglia la lettura.

 

Approfondimenti in arrivo su questa pagina e, per i soggetti associati, tramite le sedi ed i consueti canali di comunicazione a distanza di Confesercenti Siena.

 

Ti potrebbero interessare anche:

CARO ENERGIA Comunità energetiche, via alla richiesta di incentivi

Dall'8 aprile fondi disponibili per un anno, salvo esaurimento

10 aprile 2024

CARO ENERGIA Provvedimenti, iniziative, aiuti: pagina guida

Riepilogo di informazioni utili per le attività per affrontare l'emergenza energetica

08 aprile 2024

COMUNITA' ENERGETICHE Milioni a sostegno nel 2024

Entro maggio 2024 in Toscana dovrebbero essere messi a bando 20 milioni di euro per l’attivazione delle Comunità Energetiche Rinnovabili (CER). Attesa l'uscita del Decreto di incentivazione

18 dicembre 2023