Numero Verde: 800 914848 - info@confesercenti.siena.it

SPETTACOLI DAL VIVO Più semplice organizzarli

Estese le agevolazioni introdotte nel 2020

04 aprile 2023

 

semplificazioni-spettacoli-vivo

La conversione in legge del Decreto Milleproroghe 2022 ha prorogato le semplificazioni introdotte nel periodo pandemico per la realizzazione degli spettacoli dal vivo di cui al D.L. 76/2020: il teatro, la musica, la danza e il musical, nonché le proiezioni cinematografiche, che si svolgono fra le ore 8.00 e le ore 1.00 del giorno successivo destinati ad un massimo di 1.000 partecipanti.

 

Questa ulteriore semplificazione non riguarda i piccoli intrattenimenti musicali occasionalmente tenuti nei pubblici esercizi, per i quali sono già in vigore altre norme di semplificazione, a patto che rappresentino un un'attività complementare e accessoria rispetto a quella principale di ristorazione e somministrazione

Per i pubblici esercizi infatti era già venuta meno la necessità di ottenere l'autorizzazione o presentare una SCIA se:

  • l'attività di trattenimento è complementare a quella prevalente di somministrazione;
  • non sono predisposti spazi espressamente destinati ad attività di spettacolo o ballo (pista da ballo, palchi, pedane, sedie disposte a platea, ecc.);
  • l’evento di spettacolo non è pubblicizzato;
  • l'ingresso è libero e gratuito;
  • il prezzo delle consumazioni non è aumentato rispetto ai prezzi normalmente applicati;
  • sono rispettati i limiti acustici prestabiliti dal Regolamento comunale e dalla normativa vigente.

 

 

Sono invece da considerarsi attività di pubblico spettacolo quelle svolte anche all’interno di un esercizio di somministrazione di alimenti e bevande se realizzate come attività primaria, con o senza scopo di lucro ed in particolare se è previsto:

  • il pagamento di un biglietto d’ingresso (sotto qualsiasi forma) e/o con maggiorazione del costo delle consumazioni;
  • la partecipazione di artisti (es. band con musica dal vivo);
  • la pubblicizzazione sui canali di comunicazione analogica e/o digitale, in qualsiasi forma e modalità;
  • la complessità di strumentazione tecnica e di dotazione elettriche a servizio dell’intrattenimento;
  • la previsione di attività danzante, anche se occasionale e sporadica;
  • l’aumento della superficie di somministrazione;
  • la predisposizione di allestimenti per il pubblico.

 

Per questi eventi serve rilascio della licenza di polizia ex art.68 del T.U.L.P.S., previo ottenimento del parere di agibilità,  e la richiesta di collaudo alla competente Commissione di Vigilanza sui Locali di Pubblico Spettacolo.

 

 

Altro aspetto è quello relativo ai diritti d'autore relativi alla musica riprodotta durante gli intrattenimenti: qui maggiori dettagli.

 

Altre informazioni tramite il servizio Legislativo nelle sedi Confesercenti Siena

 

 

Immagine: Foto di fradellafra da Pixabay

Ti potrebbero interessare anche:

APERIDEE la musica e chi gira intorno, a Siena

Al Centotre art pizza bar  gli assaggi di futuro tra spazi, musicisti pubblico e musica dal vivo

19 giugno 2024

MUSICA E DIRITTI D'AUTORE Agcom frena le pretese di LEA

La delibera invita Liberi Autori Editori a negoziare le tariffe

24 maggio 2024

CANONE SPECIALE RAI Quanto e quando pagare nel 2024?

Pubblicato il decreto con gli importi dei Canoni di abbonamento speciale RAI per il 2024.

13 febbraio 2024