Numero Verde: 800 914848 - info@confesercenti.siena.it

POS, REGISTRATORI E CREDITI D'IMPOSTA La situazione

Dopo Il Dl Aiuti Quater

21 novembre 2022

 

tax-credit-pos

Come è noto, Dal 30 giugno 2022 i commercianti, esercenti e professionisti che non accettano i pagamenti con carta di credito o debito rischiano la doppia sanzione. In particolare, l’articolo 18 del Decreto legge 36/2022 “PNRR 2”  prevede per i trasgressori una sanzione pari a

  • 30 euro per ogni transazione rifiutata (a prescindere dall’importo della spesa sostenuta) e
  • Il 4% del valore della transazione per la quale è stato rifiutato il pagamento con carte.

 Su questa misura Confesercenti ha più volte espresso la propria contrarietà.

 

ESENZIONE GENERI DI MONOPOLIO.

Il 24 ottobre 2022 l’Agenzia Dogane e Monopoli ha sancito per i rivenditori di generi di monopolio nonché per i titolari di patentino la facoltà di non accettare pagamenti con carta di credito o debito  sulla vendita dei generi di monopolio, valori postali e valori bollati.

 

CREDITI D'IMPOSTA SU POS COLLEGATI A REGISTRATORI DI CASSA

A favore degli esercenti tenuti all’obbligo sono al momento operativi due crediti d’imposta, aggiornati nel 2021 dal Decreto Sostegni bis:

  •  credito d’imposta 100% sulle commissioni da pagamenti elettronici, di cui art. 22 del D.L. 124/2019  per gli esercenti attività di impresa, arte o professioni che, nel periodo compreso tra il 1° luglio 2021 e il 31 dicembre 2022, effettuino cessioni di beni o prestazioni di servizio nei confronti di consumatori finali mediante l’utilizzo di strumenti di pagamento elettronici collegati ai registratori di cassa telematici.

 

  • Credito d’imposta 30 % parametrato ai costi di acquisto, noleggio o utilizzo, nonché alle spese di convenzionamento o alle spese sostenute per il collegamento tecnico tra gli strumenti che consentono forme di pagamento elettronico collegati registratori di cassa telematici, (il credito, istituito nel 2020, era pari a 100 per cento fino al 30 giugno 2022). Le regole tecniche per utilizzare il credito d’imposta sono state fissate il 6 agosto 2021 dall’Agenzia delle Entrate,  che per definire i requisiti dei possibili strumenti (registratori telematici, moduli fiscali, documenti commerciali) richiama il paragrafo 2.1 dalle specifiche tecniche del  provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate del 28 ottobre 2016.

 

LA NOVITA’: DL AIUTI QUATER

Un nuovo credito d’imposta è stato istituito dal DL Aiuti quater: fino a 50 euro per l’adeguamento nel 2023 di registratori telematici. Le modalità attuative sono rimandate ad uno specifico provvedimento dell’Agenzia Entrate, atteso entro il 18 gennaio 2023.

 

 

Approfondimenti tramite i servizi  Credito e Contabilità nelle sedi Confesercenti Siena

Ti potrebbero interessare anche:

TURISMO Verso le Feste: ritorno al pre-Covid, eccezione costi

Le previsioni sulle movimentazioni turistiche: bene le aree senesi, continuano a pesare energia e commissioni bancarie

07 dicembre 2022

TAX CREDIT CUOCHI 2022 Ecco come richiederlo

Pubblicato il decreto che disciplina le richieste per il credito d'imposta a favore dei cuochi professionisti, dal 27 febbraio 2023

02 dicembre 2022

MONETA ELETTRONICA Commissioni onerose, principio da estendere

Nannizzi: “Il provvedimento adottato dall’Agenzia Monopoli è finalmente un segnale di attenzione"

26 ottobre 2022